Domenica, 16 Dicembre, 2018

Spalletti: Roma? Meriti di Di Francesco

Caldara pensa già alla Juve: «Mi spiace per come sia andata in Champions» Caldara: “Ancora in corsa per l'Europa League”
Cacciopini Corbiniano | 14 Aprile, 2018, 20:25

L'Atalanta, invece, è nona con quarantotto punti all'attivo.

Inter con un punto nelle ultime 2 gare, 0-0 nel derby e ko 1-0 col Torino, e un solo successo nelle ultime 8 sfide di A a Bergamo. Questo ci ha creato delle difficoltà, ma abbiamo mantenuto una compattezza difensiva e una sostanza. Non sarà facile, comunque, affrontare l' Atalanta una squadra che corre, lotta su tutti i palloni e gioca in uno stadio ostico. Il tecnico di Certaldo continua a credere nella Champions League: "A Torino non è stato un bellissimo risultato per come stavamo lavorando". Ora le opportunità sono sempre meno e vanno sfruttate. Siamo però ancora dentro e abbiamo ancora tutto in mano nostra. "Adesso su il muso, si va a giocarcela". A Gasperini per esempio mancheranno Petagna e Ilicic, giocatori importanti per i loro gioco.

Percorribile Rafinha in un centrocampo a due? .

Sì ma bisogna stare attenti a fare delle scelte. Se riusciremo a batterli avremo una grande spinta.

La partita che vedrà in campo Atalanta-Inter sarà visibile per gli abbonati su Premium ( Premium Sport) e per gli abbonati al pacchetto Sky (Sky Sport 1, Sky Sport Mix, Sky Super Calcio e Sky Calcio 1). Affronteremo una squadra molto solida, forte, che perde poco e sta facendo un ottimo campionato.

Esiste un gap con le squadre italiane già impegnate in Champions League?

Abbiamo fatto quello che dovevamo.

ATALANTA (3-4-2-1): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Cristante, Gomez; Cornelius.

Spalletti si affiderà al 4-2-3-1 con Handanovic tra i pali, Skriniar e Miranda al centro della difesa, Cancelo e D'Ambrosio terzini. La logica conseguenza è che al fianco dell'ex Gagliardini dovrebbe giocare Borja Valero, con Rafinha trequartista centrale fra i due esterni Candreva - se ce la farà a giocare dal primo minuto - e Perisic, naturalmente tutti quanti in appoggio alla prima punta Icardi.

Altre Notizie