Mercoledì, 19 Settembre, 2018

M5s, Di Battista: "Berlusconi è il male assoluto"

Alessandra Di Battista Alessandra Di Battista
Evangelisti Maggiorino | 14 Aprile, 2018, 12:40

Mariastella Gelmini e Anna Maria Bernini hanno rilasciato una dichiarazione congiunta: "È talmente ignobile il contenuto dell'ultima invettiva di Alessandro Di Battista nei confronti di Silvio Berlusconi che meriterebbe solo il disprezzo dell'indifferenza". Ha poi affermato di considerare l'humus di Renzi affine a quello di Berlusconi: "Io considero - scrive - da 25 anni Berlusconi e ancor di più il 'berlusconismo' con tutte le sue manifestazioni successive (il renzismo ne è una delle tante) il male assoluto del nostro Paese. Mi auguro che possa liberarsi dal berlusconismo".

L'esponente 5 Stelle domanda quindi: "Come può un uomo come Silvio Berlusconi dettare ancora legge?" Che armi ha in mano per far tutto ciò oltre alle televisioni?

Ha invitato poi, in conclusione, varie forze politiche a chiudere col berlusconismo: "Oggi la condizione necessaria per tirare su il nostro Paese sia far fuori, definitivamente, il berlusconismo".

Piovono critiche. Il deputato del Pd, Michele Anzaldi, prova a mettere in luce le contraddizioni insite nelle sue parole, perché se da una parte dice che "Berlusconi è il male assoluto", dall'altra "non ha problemi a incassare i soldi di Berlusconi per suoi libri e farne incassare alla casa editrice di Berlusconi". Immerso nella sua palude dell'odio dove sguazza senza vergogna, l'ex deputato grillino sparge schizzi di fango a beneficio di chi vive e si nutre di rancore.

"Per me non va bene Berlusconi e non va bene Forza Italia".

Lo storico Johann Chapoutot apre il suo libro terribile ed esemplare, "La legge del sangue, pensare e agire da nazisti", narrando la vicenda di 18 medici del Terzo Reich colpevoli di avere assassinato con iniezione letale in un reparto pediatrico 56 bambini ebrei "ritenuti malati": i medici si difendono dall'accusa di crimini contro l'umanità sostenendo che quei bambini non erano umani, "erano elementi biologici degradati". E non ha avuto nulla da dire quando M5s ha votato candidata di Berlusconi a presidente Senato. "Spero che Salvini abbia il coraggio di staccarsi da Berlusconi, ma forse non può farlo - ha aggiunto -". Chiude Mara Carfagna: "Di Battista è un barile pieno di veleno, di odio, di insulti".

Altre Notizie