Domenica, 20 Ottobre, 2019

Real-Juve, Khedira: 'Siamo ancora tristi, non si può dare un rigore così'

Juve, ancora polemiche. Khedira: “Bisogna essere certi prima di fischiare” Khedira LIVE: 'Real? L'arbitro non era sicuro, non doveva darlo. In questi casi...'
Cacciopini Corbiniano | 13 Aprile, 2018, 21:33

É tornato sull'argomento Sami Khedira, uno dei migliori della partita contro il Real che ha visto infrangersi il sogno di conquistare un'insperata qualificazione in semifinale a 10 secondi dai tempi supplementari. In una partita così importante e all'ultimo minuto deve essere sicuro al 101% che sia fallo per concederlo. Naturale la delusione a fine partita, dopo aver percepito il profumo dell'impresa salvo vederla evaporare con il rigore realizzato da Ronaldo: "Anche oggi è dura dopo quella partita fantastica, che nessuno si aspettava".

REAL - "Giocare al Bernabeu e rimontare è quasi impossibile, l'abbiamo fatto per 90 minuti, ma a volte le partite durano di più". Siamo orgogliosi di quanto fatto, anche se siamo rimasti a mani vuote.

"L'arbitro ha esitato un po' prima di concedere il rigore, per questo motivo ci siamo arrabbiati e abbiamo protestato". "Non serve piangerci addosso, ora guardiamo avanti, abbiamo due grandi obiettivi da raggiungere". Devi essere sicuro al 100% e invece era come se lui pensasse se darlo oppure non darlo e in questo caso non devi darlo. E' ciò che ha deciso l'arbitro, dobbiamo accettarlo. "E' una decisione difficile da digerire ma dobbiamo accettarla, non possiamo cambiarla". "Nei primi due giorni si può essere feriti, dal terzo si deve guardare avanti: la stagione non è finita - ha spiegato Khedira -, dobbiamo ritrovare la concentrazione, possiamo fare qualcosa di speciale vincendo il settimo scudetto e la quarta Coppa Italia consecutiva, impresa mai riuscita a nessuno".

"Var? A inizio stagione non ne ero entusiasta ma ora sta migliorando e può aiutare il calcio a essere più giusto". In questo momento queste due partite sono più importanti di quella con il Napoli.

EMRE CAN - "Sì, l'ho sentito, però non so quale decisione prenderà per quanto riguarda il suo futuro". Poi certo, quella sarà una grande partita per tutti gli amanti del calcio. "Però sicuramente è un profilo molto interessante ed è giusto per la Juventus del futuro".

Altre Notizie