Giovedi, 16 Agosto, 2018

Juve, che beffa a Madrid: punita da un rigore a tempo scaduto

Champions League, quarti di finale: l'anteprima di Real Madrid-Juventus Sintesi e pagelle Real Madrid-Juventus 1-3: bianconeri eroici ma beffati al 97'
Cacciopini Corbiniano | 13 Aprile, 2018, 07:25

Ma all'ultimo minuto dei supplementari, Benatia ha impattato Vazquez, liberato in area da Ronaldo. L'inezia della gara sembrava suggerire che ci fosse spazio per i supplementari ma poi durante il recupero un rigore di Cr7 ha spento definitivamente il sogno di riuscire nell'impresa. La squadra di Allegri dà i numeri. Passano vari minuti, il polacco entra piano in mezzo al campo per cercare di deconcentrare l'impassibile Ronaldo, ma non serve a nulla. Dal dischetto va Cristiano Ronaldo che segna.

"Pochi sanno però che il fischietto inglese ha una moglie con cui condivide la stessa professione: Lucy May, di cinque anni più giovane di lui, è infatti un arbitro attivo nella massima serie femminile, e a quanto pare anche molto apprezzato". I bianconeri sono partiti subito forte al Bernabeu con Mandzukic che ha portato in vantaggio i suoi con un colpo di testa su assist di Khedira. L'intervento del centrale bianconero è stato giudicato non da calcio di rigore soltanto dopo essere stato rivisto più volte, effettivamente Benatia travolge il giocatore del Real dopo aver toccato il pallone. La partenza migliore possibile per la Juve, gia' avanti dopo due minuti: Douglas Costa accende il turbo e innesca Khedira, morbido cross dell'ex e Mandzukic, perso da Carvajal, non puo' sbagliare di testa.

47°- Fine primo tempo. La Juventus tiene bene il campo. Bale, preferito a Benzema, non si vede quasi mai.

La Spagna si divide sul rigore assegnato al Real Madrid che ha permesso l'eliminazione beffarda della Juventus. Lucas Vazquez e Asensio per Casemiro e Bale le contromosse immediate di Zidane, il Bernabeu non puo' certo stare tranquillo specie quando prende palla Douglas Costa (sinistro alto).

I bianconeri a questo punto calano il ritmo e arretrano in difesa rischiando solo in alcune situazioni prima con Isco e poi con Varane. Allegri, senza lo squalificato Dybala, in attacco sceglie il tridente composto da Douglas Costa, Higuain e Mandzukic. La nemesi per la Juventus. Il pallone d'oro portoghese fa 1-3 e quella che sarebbe stata l'impresa bianconera, sfuma tragicamente.

Buffon 7: partita stratosferica per il capitano della Juventus, viene espulso in seguito alle proteste per il rigore concesso ai blancos. L'unico a non aver lasciato è stato Gonzalo Higuain.

Altre Notizie