Domenica, 16 Dicembre, 2018

Scossa di terremoto nel Mediterraneo orientale avvertita anche nel Siracusano

Nuova scossa magnitudo 4.6 a Muccia, crollato un campanile La terra torna a tremare in Centro Italia: scossa 4.7 in provincia di Macerata
Machelli Zaccheo | 12 Aprile, 2018, 04:55

Secondo l'elenco dell'Ingv, oltre alla scossa di 4,6 di magnitudo delle 5,11 ci sono state altre scosse, due con magnitudo 3.5 e almeno una ventina sono comprese da 2 a 2.6. Lo sciame sismico ha però visto anche una trentina di scosse di minore intensità, tra lo 0,9 e l'1,9.

Il piccolo campanile della Chiesa Santa Maria di Varano crollato a causa del terremoto. Il sindaco, riferisce, "a chiuso l'accesso alla zona rossa e la gente è stata invitata ad allontanarsi dalle proprie abitazioni, sia da quelle poche rimaste agibili, sia dalle Sae: stando alle prime notizie, infatti, anche le strutture provvisorie hanno riscontrato danni all'interno".

Alle 6.41 da segnalare anche una scossa di magnitudo 3.3 in Toscana in provincia di Grosseto e Pisa nei pressi di Monterotondo Marittimo, Castelnuovo di Val di Cecina e Monteverdi Marittimo ed un'altra di magnitudo 3.7 in mare a sud di Reggio Calabria. Lo rende noto nel suo blog l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv).

"È ancora legato alla sequenza del 24 agosto 2016", ha spiegato il presidente dell'Ingv, Carlo Doglioni. L'epicentro si trova nel territorio del comune di Muccia in provincia di Macerata.

TERREMOTO, I PRECEDENTI - La zona interessata dai terremoti di questi ultimi giorni si era attivata a fine ottobre 2016, tra il 26 e il 30 ottobre, quando sono avvenuti alcuni dei più forti eventi sismici della sequenza: quelli del 26 ottobre di magnitudo Mw 5.4 e magnitudo Mw 5.9 e quello di magnitudo Mw 6.5 del 30 ottobre 2016.

Massima allerta nelle Marche nella zona dove è stata registrata la scossa di terremoto. "Ora stiamo vedendo qual è la situazione nelle case reputate agibili, per vedere se lo sono ancora o meno". E' stata riattivata, con ripresa della circolazione dei treni, la tratta ferroviaria Civitanova Marche-Macerata sospesa a scopo precauzionale."Oggi chiudiamo le scuole".

C'è stata "tanta paura, gli abitanti sono fuori dalle case perché si sentono più tranquilli".

Oggi saranno ricontrollate tutte le 1403 Sae consegnate e dopo il sopralluogo ci sarà un vertice d'urgenza della Protezione Civile.

Il 90 per cento delle abitazioni di Muccia, ha spiegato il sindaco, contattato telefonicamente da TPI, erano già state dichiarate inagibili, così come il 100 per cento degli edifici pubblici, a seguito delle scosse che hanno colpito il Centro Italia e le Marche negli ultimi anni.

Altre Notizie