Mercoledì, 14 Novembre, 2018

DIRETTA Serie A, Benevento-Verona: segui la cronaca LIVE

Calcio, l'Hellas crolla col Benevento: si dimette il direttore sportivo Fusco Verona sempre più in crisi: tris Benevento al Vigorito
Cacciopini Corbiniano | 04 Aprile, 2018, 21:45

Successo che dà morale, all'insegna di Cheick Diabaté, per il Benevento di De Zerbi. Il Benevento si regala invece un pomeriggio di gloria grazie alla rete di Letizia e alla doppietta di Diabatè, già 3 gol in Serie A su 4 partite per il maliano. Ha poco da sperare, però da qui alla fine della stagione sarà una mina vagante: e sabato al Vigorito scenderà la Juventus. Lo sostituirà Felicioli. Passano solo cinque minuti e Iemmello sfiora il raddoppio: ottima verticalizzazione di capitan Viola, l'ex Sassuolo raccoglie in area e calcia a colpo sicuro trovando però la deviazione provvidenziale di Silvestri.

A SENSO UNICO - L'atteggiamento del Verona è sin troppo improntato a una tattica di attesa, con Cerci praticamente abbandonato al suo destino. Il gol del vantaggio non accontenta gli Stregoni che al 34' vanno vicini al raddoppio con Iemmello: l'attaccante viene lanciato in porta con un passaggio filtrante ma a tu per tu con Silvestri si fa ipnotizzare e respingere il tentativo in corner. Cristiano Ronaldo, con una rovesciata davvero da dimenticare. Merito di una grande azione di Letizia, che dalla sinistra supera due avversari, si accentra e quando arriva ai 20 metri lascia partire un destro a giro che infila senza possibilità di repliche la porta del Verona. In mezzo al campo Buchel, Calvano e Romulo. - Dopo l'intervallo, Pecchia inserisce Petkovic al posto dell'evanescente Valoti, per tentare di pungere finalmente la difesa sannita. L'arbitro Doveri annulla, giustamente, una rete proprio di Petkovic, servito con un colpo di testa di Cerci, in fuorigioco.

GOL: al 25' Letizia, al 66' e all'84' Diabatè. "L'allenatore sono io" gli ha risposto il timoniere sannita. E il Benevento finisce per esagerare, siglando il 3-0 al 39': dalla destra, assist di Brignola al bacio, per la girata di destro di Diabaté, che esulta andando ad abbracciare i compagni seduti in panchina. Dopo Guilherme e D'Alessandro, De Zerbi dà spazio anche a Giovanni Volpicelli, un altro classe '99, all'esordio in A.

Altre Notizie