Lunedi, 20 Agosto, 2018

Senato, Casellati: "Perdonate l'emozione, essere la prima presidente donna è responsabilità"

Parlamento, oggi si torna a votare. Vertice del Centrodestra. E il M5S vira su Fraccaro Camere, la veneta Casellati al Senato
Machelli Zaccheo | 26 Marzo, 2018, 16:42

Il neo presidente della Camera, Roberto Fico, ha deciso di raggiungere Montecitorio con un autobus.

Nata a Rovigo 71 anni fa, ha lasciato da pochi mesi il Consiglio superiore della Magistratura per candidarsi alle elezioni dello scorso 4 marzo, dove è stata eletta al Senato nel collegio uninominale di Venezia.

La presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati quindi continua: "Servono unità di intenti, pur nella diversità di opinioni e indirizzi, consapevolezza delle difficoltà non disgiunta da ragionevole ottimismo, rispetto reciproco delle forze politiche nel solco delle regole comuni".

Laureata in diritto canonico alla Pontificia Università Lateranense si impegna per la difesa dei diritti delle donne: dalle quote rosa alla legge sullo stalking. "C'è bisogno di riportare il nostro Paese a una svolta economica, abbiamo bisogno di tornare protagonisti in Europa, abbiamo bisogno di dare speranza ai nostri giovani e a chi si trovare in forte disagio sociale: noi ce la mettiamo tutta, io ce la metto tutta", ha aggiunto. Aggiunse poi, secondo quanto scritto da Stella: "Può giudicarmi solo chi mi conosce sul lavoro e sa bene qual è la mia professionalità, guadagnata sul campo, dimostrata in ogni incarico che ho avuto". Presentata oggi dai giornali (e dai partiti) come una figura di garanizia, la nuova presidente del Senato ha in realtà un passato in prima linea nelle fila di Forza italia.

E' stata a Genova, invece, la neo-presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, per assistere al teatro Carlo Felice di Genova all'opera "La Rondine" di Giacomo Puccini diretta dal figlio Alvise.

Inizia la sua carriera politica nel 2005 quando fonda a Napoli uno dei quaranta meetup Amici di Beppe Grillo, da cui nascerà poi il Movimento 5 Stelle. "Le istituzioni sono tenute a farsi carico della richiesta di rinnovamento che deve essere linfa vitale di questa legislatura".

"Ho sentito Salvini, e ha detto che la Camera andrà al M5S" - afferma Luigi Di Maio aprendo l'assemblea dei gruppi congiunti del M5S - nell'interlocuzione con le altre forze politiche ho detto chiaramente che avremmo proposto un altro nome ed è colui che è già stato votato nel suo ruolo di garanzia, ma anche che ci rappresenta al meglio ed e' la storia di questo Movimento.

Inizialmente Silvio Berlusconi aveva puntato tutto su Paolo Romani per Palazzo Madama, candidatura questa non avallata però dai pentastellati. Dopodiché Fico e Casellati saliranno al Colle con il presidente emerito Giorgio Napolitano per le Consultazioni del Capo dello Stato, probabilmente a partire dal 3 aprile. È stata anche tra i firmatari di una proposta di legge per abolire la legge 194 sull'interruzione volontaria di gravidanza, condannando anche l'ok alla pillola abortiva Ru486.

Altre Notizie