Giovedi, 14 Novembre, 2019

Camere, stasera la riunione del Partito Democratico per l'elezione

Cosa ne pensa Renzi Riunione 'caminetto' Pd. Per M5s confronto nei gruppi
Evangelisti Maggiorino | 25 Marzo, 2018, 05:02

"A tal fine anche per concordare i nomi i leader del centrodestra invitano le altre forze politiche ad un incontro congiunto", che si terrà oggi.

Per il Pd significa rientrare in partita, una posizione condivisa da tutti i presenti al tavolo notturno al Nazareno: Martina, Orfini, Guerini, Zanda, Delrio, Franceschini, Orlando, Emiliano. "Lo saranno?". E' quanto scrive Matteo Renzi nella sua Enews. Finora almeno. Perché la linea della 'ripartenza da zero' è la linea sulla quale facilmente si ritrova tutto un partito schiacciato all'opposizione dopo la sconfitta elettorale. Gioca adesso a tennis ma anche lì, all'Aniene, ci arriva senza passare tramite votazione, ma per una regalia provvisoria e amicale, manco fosse - il Circolo Canottieri - Palazzo Chigi. E chissà magari riuscirebbe a portare a casa un risultato sulle presidenze: Bonino da eleggere con il M5s al Senato o Franceschini da eleggere con il centrodestra alla Camera. Sulla questione presidenze, il reggente ha riferito che "nei colloqui e nei confronti che abbiamo avuto sulle presidenze di Camera e Senato abbiamo sempre chiesto che la discussione si sviluppasse slegata da prospettive di governo". Ed è su questa base, osserva l'esponente Dem, che "noi siamo disponibili, come sempre, al confronto e a ragionare insieme". "Non sappiamo ancora se ci sarà una votazione", spiega un parlamentare augurandosi che tale votazione ci sia ma sottolineando come potrebbe essere inopportuno porre il nutritissimo gruppo dei neoeletti subito davanti a un bivio piuttosto importante.

Altre Notizie