Martedì, 18 Settembre, 2018

Lazio, Inzaghi: "Classifica bugiarda, il Var ci ha tolto dei punti"

Cacciopini Corbiniano | 17 Marzo, 2018, 19:19

Sono giocatori che hanno fatto benissimo, l'altra sera Felipe e Immobile non hanno segnato, ma hanno fatto una grandissima partita. Il numero dieci biancoceleste, come ricordato anche dall'edizione odierna de 'La Gazzetta dello Sport', è insostituibile. Luis Alberto ha qualità, può giocare in mediana o sulla trequarti, fa alla perfezione tutto quello che gli chiedo.

Gara importante domani per la Lazio in casa contro il Bologna. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Manifestazione dei tifosi? Ho sentito, mi hanno riferito, come sempre credo che sia una manifestazione educata e pacifica, in stile Lazio.

Restando ai singoli, Inzaghi ha preannunciato un'assenza per la gara di domani. "Lulic ha avuto in piccolo problema, domani non ci sarà".

Simone Inzaghi ha parlato poi della classifica: "Ci mancano dei punti, la nostra classifica è bugiarda e dovrebbe essere migliore, siamo stati rallentati da episodi che sono sulla bocca di tutti".

Europa League? Volevamo i quarti, li meritavamo. I ragazzi stanno lavorando da squadra e ogni singolo si sta mettendo a disposizione del gruppo. In casa la squadra di Rose non perde dal 2016 ed ha eliminato il Borussia Dortmund e la Real Sociedad. "È stato un grande acquisto". La Lazio si sta superando, ma vogliamo ancora migliorarci: ci attendono mesi importanti. Gli episodi sono sotto gli occhi di tutti, non dobbiamo vedere ciò che è successo ma pensare al Bologna, sperando di fare una partita giusta.

Per il match contro i felsinei, per Inzaghi il dubbio maggiore riguarda la presenza o meno di Sergej Milinkovic-Savic: il serbo ha saltato la trasferta ucraina e si è allenato a parte nell'ultima sessione, quindi si decide in merito soltanto nella rifinitura. Dovevamo fare qualcosa di straordinario, abbiamo avuto il giusto approccio, ero tranquillo dopo 20 minuti. Nonostante i 34 gol, dopo la partita di Kiev, ho fatto i complimenti a Ciro: lui e Felipe ci hanno aiutato nella fase di non possesso.

Salisburgo? Ci penseremo a tempo debito, la testa è solo al Bologna. Il Salisburgo non perde da 33 partite tra Europa League e campionato. "Però ora non penso a quel confronto, ma al Bologna".

Altre Notizie