Lunedi, 20 Agosto, 2018

La Russia espellerà 23 diplomatici britannici

È ancora Guerra Fredda tra Mosca e Londra, 23 diplomatici fuori dalla Russia Ex spia avvelenata, Mosca risponde a Londra: espulsi 23 diplomatici britannici
Evangelisti Maggiorino | 17 Marzo, 2018, 18:19

Secondo il portavoce, "la risposta della Russia non cambia nulla ai fatti: il tentativo di assassinare due persone sul suolo britannico, per il quale non esiste alcuna altra conclusione che quella della colpevolezza dello stato russo". La decisione è stata notificata all'ambasciatore del Regno Unito Laurie Bristow. Il ministero degli Esteri russo ha reso noto con una nota che 23 impiegati dell'ambasciata britannica dovranno uscire dal Paese entro una settimana.

Inoltre, la Russia ha ritirato il suo consenso all'apertura del consolato generale britannico a San Pietroburgo nonché interrotto le attività del British Council sul suo territorio "a causa dello status non definito".

Come era prevedibile, la Russia ha deciso di espellere lo stesso numero di diplomatici britannici per rispondere agli attacchi di Londra dopo il caso dell'ex spia del KBG Serghej Skripal, avvelenato qualche giorno con gas nervino a Salisbury insieme alla figlia Yulia. L'ha annunciato oggi il ministero degli Esteri di Mosca. Anche perché sembra emergere che il gas nervino utilizzato per avvelenare l'ex spia e sua figlia fosse nascosto nella valigia di Yulia. Gli investigatori stanno lavorando sulla teoria che la tossina Novichock sia stata usata per impregnare un indumento, un cosmetico o un regalo dato alla giovane russa prima della sua partenza da Mosca per la Gran Bretagna.

Altre Notizie