Lunedi, 24 Settembre, 2018

Tirreno-Adriatico, Seconda vittoria per Kittel. Kwiatkowski sempre leader della generale

Tirreno-Adriatico, Seconda vittoria per Kittel. Kwiatkowski sempre leader della generale Tirreno Adriatico, la sesta tappa a Kittel
Cacciopini Corbiniano | 12 Marzo, 2018, 21:26

Ad avere la peggio è proprio il velocista colombiano, che si strappa la divisa e si ferisce alla coscia, e soprattutto dice addio alla possibilità di vincere (era uno dei due favoriti insieme a Kittel, che ha poi vinto la tappa) sul traguardo di Fano la seconda tappa per velocisti di questa Tirreno-Adriatico. Il risultato è che all'ultimo chilometro Peter Sagan era a ruota di Marcel Kittel e nello sprint è addirittura arrivato più vicino al tedesco che non l'altro giorno a Follonica. Sono molto felice per la vittoria e per la squadra. Michal Kwiatkowski (Team Sky) conserva la Maglia Azzurra alla vigilia dell'ultima tappa, la cronometro individuale di San Benedetto del Tronto, con un margine di tre secondi su Damiano Caruso (BMC Racing Team) e ventitre su Mikel Landa (Movistar Team). Terza piazza per Richeze della Quick Step Floors, che ha dovuto prendere il posto del suo capitano Gaviria, che nel finale è finito a terra a causa di una caduta. Percorso lungo 10 km completamente pianeggianti che dovrebbe favorire gli specialisti.

Sul traguardo di Fano è stato Kittel ad avere la meglio su Sagan e a poter quindi alzare le braccia al cielo. Domani ci sarà la classica prova a cronometro che ho già avuto modo di correre. "Michal Kwiatkowski parte da grande favorito con 3" di vantaggio su Damiano Caruso che proverà ad approfittare di ogni eventuale incertezza: "dietro può cambiare tutto perché dal terzo al decimo posto ci sono otto corridori in appena 24" con Geraint Thomas (quarto a 29" da Kwiatkowski) che sulla carta è quello con le migliori doti nelle prove contro il tempo. "Non sono mai salito sul podio di questa crono ma dovrò difendere la maglia e le sensazioni sono buone e voglio fare bene". Il velocista della Katusha-Alpecin in volata ha superato il campione del mondo in carica Peter Sagan, ancora a secco in questa settimana, e Maximiliano Richeze. "Ero a fianco di Gaviria quando è caduto, mi dispiace per lui - racconta Kittel - Noi siamo rimasti concentrati e abbiamo fatto un ottimo lavoro". Aveva vinto anche la seconda frazione, Lido di Camaiore-Follonica, battendo in volata Sagan.

Altre Notizie