Venerdì, 22 Giugno, 2018

È morto Giuseppe Soffiantini

Morto l'imprenditore Soffiantini Morto l'imprenditore Giuseppe Soffiantini: nel 1997 fu sequestrato per 237 giorni
Evangelisti Maggiorino | 12 Marzo, 2018, 12:50

Lo scorso maggio, la moglie di Soffiantini, Adele Mosconi, si è spenta all'età di 82 anni dopo una lunga malattia.

Il sequestro Soffiantini è una delle vicende più clamorose legate all'Anonima Sequestri nel Nord Italia. Soffiantini nel 1997 fu vittima di un sequestro e rimase nelle mani di rapitori 237 giorni, dal 17 giugno, quando venne prelevato dalla sua abitazione di Manerbio, fino al 9 febbraio 1998 quando venne liberato ad Impruneta, in provincia di Firenze dopo il pagamento di un riscatto di cinque miliardi di lire.

È morto l'imprenditore bresciano Giuseppe Soffiantini.

Mentre era prigioniero, i suoi rapitori inviarono un pezzo della cartilagine del suo orecchio alla redazione del TG5, e l'allora direttore Enrico Mentana lesse in diretta una lettera dei criminali. La storia dell'imprenditore bresciano ostaggio però, come ricorda oggi Il Fatto Quotidiano nel dare notizia della sua morte, fu caratterizzata anche dall'uccisione di un agente dei Nocs, Samuele Donatoni, il quale si sostituì ad un emissario dei Soffiantini, su richiesta della procura di Brescia che affidò a lui il compito di consegnare il riscatto. Ma la sua "debolezza" che gli rovinò vita e carriera, confessò Delfino nel suo libro "Verità di un generale scomodo", fu "il gioco". Il funzionario della polizia è stato poi premiato con la medaglia d'oro al valor civile.

Altre Notizie