Mercoledì, 12 Dicembre, 2018

"La Juve non può vincere per sempre": anche Mourinho soffre insieme all'Inter

Mourinho: “Mai visto il Milan come il più grande rivale” Mou: “Il Milan? All'Inter non è mai stata una rivale”
Cacciopini Corbiniano | 12 Marzo, 2018, 08:11

Intervista esclusiva della Domenica Sportiva a Josè Mourinho.

"Un po' l'Inter mi fa soffrire - aggiunge il portoghese -, anche se per soffrire mi basta già la mia panchina. I giocatori vogliono più soldi e hanno più potere, quando giocavo non ho mai pensato di essere superiore al manager: lo rispettavo, per me era un manager, un allenatore, un'amministratore". Queste le parole dello Special One raccolte dai microfoni della Rai: "110 anni di Inter?". Cerco di guardare le partite e se non è possibile farlo seguo i risultati.

Sulla vittoria dei bianconeri a Wembley contro il Tottenham il tecnico dello United sottolinea: "Non tanti si aspettavano che la Juve potesse vincere a Londra dopo i primi 60 minuti".

"Il mio nome è lì, nella storia di un club che porto nel cuore, questo per me è un orgoglio fantastico".

"Mi piacerebbe vincere contro il Siviglia, il risultato all'andata lascia tutto aperto, non sarà facile". Questo non è protocollo: nel protocollo si parla di VAR in caso di errore evidente. Vive un momento di transizione, non si può sempre vincere.

Ti piacerebbe affrontare la Juve in Champions? Non ho una culture 'delle rivalità', non sono bravo in questa cosa. "L'Italia non necessiterà di uno straniero per essere allenata".

Con un ex juventino, Conte, c'è stata una polemica rovente prima della 'pace': "Abbiamo avuto problemi, ma adesso bisogna dimenticare".

Altre Notizie