Venerdì, 22 Giugno, 2018

Matteo Salvini si candida Premier e propone una Camera al M5S

Matteo Salvini Matteo Salvini
Evangelisti Maggiorino | 12 Marzo, 2018, 04:08

"Farò di tutto per rispettare il mandato ricevuto dagli italiani, che è quello di fare il premier, ma senza scendere a patti e rinnegare la nostra bibbia, ovvero il nostro programma di governo". Lo ha detto il leader del Carroccio alla scuola politica della Lega. "Io non sto smaniando: non mi alzo la mattina o vado a letto la sera dicendo 'o faccio il presidente del Consiglio o sono un uomo finito' - precisa raccogliendo la standing ovation della platea -".

Lunedì Salvini sarà "per l'ultima volta" a Strasburgo da eurodeputato, dove ci sarebbero "facce scure" per l'esito delle elezioni italiane. "Dall'abolizione della legge Fornero, dall'abbassamento delle tasse e dallo stop a una immigrazione incontrollata", ha dichiarato il leader leghista, che chiude a quelli che definisce governi "strani". "Stiamo approntando un programma da offrire a tutti i parlamentari su questi punti". Per ora i rumors danno come possibile presidente del Senato Paolo Romani, che in realtà è di Forza Italia, se nascesse un governo a guida Salvini.

Per le presidenze delle Camere, "penso che fare il contrario di quello che gli italiani hanno scelto la settimana scorsa sarebbe una follia, e ci sono due forze politiche che hanno vinto le elezioni, non è difficile capire con chi si ragionerà".

"Se ci sono vincoli e norme europee che riusciamo a rispettare li rispettiamo". Se si realizza il programma, bene. Insomma, rivendica un ramo del Parlamento per il Carroccio mentre l'altra presidenza dovrebbe andare ai Cinquestelle. Altrimenti per me quei vincoli per me valgono meno di zero. "Il percorso della Lega mi sembra chiaro e se ne sono accorti tutti sia dentro sia fuori ed è stato accettato con entusiasmo - spiega - quindi prima viene la possibilità di andare al governo e passare dalle parole ai fatti e poi la Lega farà il suo congresso".

Altre Notizie