Lunedi, 24 Settembre, 2018

Campidoglio: al via Piano straordinario strade

Roma: buche e Maltempo mandano il traffico in tilt Dopo il gelo e la pioggia, allarme buche sulle strade senigalliesi
Evangelisti Maggiorino | 11 Marzo, 2018, 23:45

Quelle più pericolose vengono 'presidiate' da vigili che le segnalano ad automobilisti, motociclisti e pedoni. E l'emergenza c'è perché non si è intervenuti per tempo. L'urgenza, che comporterà una spesa di otto milioni, sarà sincronizzata con i lavori di rifacimento di importanti tratti delle arterie cittadine già previsti dal piano "Strade nuove": nove milioni destinati all'asfalto di via Tuscolana, via Appia, via Casal del Marmo, corso Francia e via Flaminia, via del Castro Pretorio, via Galbani, via Colli Portuensi, viale Ionio e via Ugo Ojetti, via Cassia e via di Valle Aurelia. Le misure sono state discusse anche durante l'incontro avuto questa mattina dall'assessora alle Infrastrutture, Margherita Gatta, con presidenti e tecnici di tutti i Municipi della Capitale. Situazione critica viene registrata anche su via Vigna Murata, dove lo slalom tra le buche è diventato ormai quasi impossibile. "La situazione a Roma è gravissima al punto che la città sembra uscita da un bombardamento, e si stanno moltiplicando i casi di incidenti e problemi ad auto e scooter provocati dallo stato dissestato dell'asfalto".

"Sono immagini che fanno sicuramente molta rabbia".

Troppe buche a Roma, e le strade dissestate della Capitale arrivano in Tribunale. Ma il maltempo della scorsa settimana, con il gelo e la neve portati dal Buran siberiano, ha messo a dura prova il manto stradale anche a Milano.

Gli agenti della municipale di Roma stavano chiudendo una strada, a causa di un buca, in attesa dell'intervento di manutenzione, quando un uomo alla guida di una Smart non si è fermato all'alt e fuggendo ha fatto cadere un agente; inseguito, è stato bloccato poco dopo da una donna della pattuglia. Alla luce di questo grave scenario e dell'inefficienza operativa del Comune di Roma, a guida Raggi, abbiamo deciso di depositare un esposto alla Procura della Repubblica al fine - conclude - di inchiodare gli enti competenti alle proprie responsabilità: "è inammissibile che a pagare gli errori istituzionali siano sempre e solo i cittadini".

Altre Notizie