Lunedi, 18 Novembre, 2019

La Ue si prepara a replicare ai dazi imposti da Trump

Agevolazioni assunzione disabili Novità INAIL – agevolazioni per collocamento obbligatorio disabili
Evangelisti Maggiorino | 10 Marzo, 2018, 04:38

Secondo la Coldiretti, "i dazi americani contro l'Unione Europea tornano dopo venti anni quando gli Stati Uniti, dopo aver presentato ricorso al Wto contro il divieto europeo alla carne agli ormoni Usa, sono stati autorizzati a fissare nel 1999 una lista di prodotti sui quali sono stati applicati dazi doganali per un valore che ammonta a 116,8 milioni di dollari annuali".

Su Twitter, il ministro il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Maire, ha scritto che "una guerra commerciale tra gli Stati Uniti e il resto del mondo non creerà che vinti". Pechino non ci sta e medita contromisure. Ma sono sotto accusa anche le "pratiche commerciale ingiuste", che hanno decimato le industrie Usa del settore, causando la perdita di 94 mila posti di lavoro e la chiusura permanente dal 2012 di sei grandi fonderie.

I dazi promessi da Trump, tuttavia, non preoccupano solo il colosso orientale. "Ma non accetteremo questo comportamento aggressivo dagli Usa senza reagire".

Il vice presidente della commissione europea ha evidenziato che dovrebbe essere chiaro che l'Europa è il miglior alleato possibile nella sicurezza per gli Usa, aggiungendo che Washington non ha trovato prove che il vecchio continente stia facendo dumping sull'acciaio venduto negli Stati Uniti. "Dovremmo rimanere calmi e agire in modo razionale". Lo ha fatto sapere il vicepresidente della Commissione europea Jyrki Katainen in una conferenza stampa. "Ci aspettiamo che l'Ue sia trattata come un blocco unico, non possiamo accettare che sia divisa in categorie differenti".

Altre Notizie