Venerdì, 22 Giugno, 2018

Barbara Bouchet: "Quentin Tarantino? Non lo stimo come uomo"

Barbara Bouchet vive con 511 euro di pensione: Sono fiera del successo di mio figlio Alessandro Borghese Intervistata dal settimanale Spy Barbara Bouchet ha espresso tutta la sua gioia per la fortunata
Deangelis Cassiopea | 09 Marzo, 2018, 19:10

Oggi Alessandro Borghese è una vera star dei fornelli e la mamma è molto orgogliosa di lui: l'unico dispiacere di Barbara oggi è la pensione che si ritrova a percepire, dall'importo imbarazzante, considerando quanto e a che livelli ha lavorato tutto la vita. Ho pianto come pochi ma pazienza, non c'era più niente da fare. Tanti di quei produttori, che non mi avevano pagato i contributi, erano già morti. "A farmi da parte non ci penso, in pensione ci andrò solo quando volerò in cielo".

"Lui mi voleva nel ruolo di sua moglie e allora io partii...", ha continuato Barbara Bouchet,"... feci i provini, mi preparai e il giorno prima delle riprese dette buca alla produzione perché, disse, non voleva farsi vedere grasso da me. "Io ho avuto il mio tempo di gloria in abbondanza (e ancora oggi non mi manca) ma ora tocca a lui". "Lui è bravissimo come chef, ma come presentatore è diventato fantastico", ha dichiarato al settimanale Spy l'attrice, icona della commedia sexy all'italiana e protagonista al cinema in questi giorni con "Metti la nonna in freezer", con Fabio De Luigi e Miriam Leone.

Barbara Bouchet ha rilasciato una lunga intervista in cui parla di se, della sua condizione economica, del successo di suo figlio e del regista Quentin Tarantino. Sparì per un anno, poi riapparve per invitarmi di nuovo in America per fare una settimana dedicata ai miei film. Sarà pure bravo, ma serve molto di più nella vita. Si sente Dio sceso in terra", ha spiegato la Bouchet parlando del regista Quentin Tarantino con il quale ha avuto modo di lavorare durante la sua carriera: "se Tarantino ha espresso la sua stima verso l'attrice, non si può dire lo stesso di Barbara Bouchet. Nata a Reichenberg (in Repubblica Ceca, ma all'epoca era territorio tedesco) nel Ferragosto del 1944, con il vero nome di Barbel Gutscher, nel 1948 emigrò con tutta la famiglia negli Stati Uniti, in California, dove crebbe a San Francisco.

Altre Notizie