Sabato, 17 Agosto, 2019

Montecitorio, i dati definitivi. Ripescati Boldrini e Bersani

I leader alle urne tra errori e siparietti Bocciati all'uninominale e ripescati dal proporzionale: entrano in Parlamento Boldrini, Bersani, Minniti e Franceschini
Evangelisti Maggiorino | 06 Marzo, 2018, 15:56

Ripescati anche i ministri uscenti, il dem Marco Minniti (Esteri) - 29% delle preferenze - mandato al tappeto a Pesaro dal grillino Andrea Cecconi (al centro dello scandalo "rimborsopoli") e Dario Franceschini (Cultura), che con il 29,5% va ko nella sua Ferrara.

Al Senato entrano anche le ministre Fedeli e Pinotti, il Presidente Pietro Grasso, l'ex Presidente Renato Schifani, Umberto Bossi e Vasco Errani entreranno in Senato grazie alla quota proporzionale.

Infine, 14 seggi assegnati col proporzionale sono quelli di Leu, che non vince all'uninominale ma recupera Laura Boldrini e Pier Luigi Bersani, che hanno perso nelle sfide dei collegi.

Anche il viceministro Teresa Bellanova che riesce a farsi eleggere in Emilia Romagna dopo la sconfitta all'uninominale. Esce di scena Roberto Formigoni.

Tra i "ripescati" alla Camera, Lucia Annibali, Nicola Fratoianni, Guido Crosetto, Paita, Giorgetti, Pollastrini, Valentini, Gelmini, Fiano, Manlio Di Stefano, Brambilla, Alfredo Bazoli, Guerini, Bitonci, Zan, Fedriga, Rosato, Serracchiani, Pini, Giulia Sarti, Sgarbi, Cantone, Bersani, Carfagna, Migliore, Paolo Siani, Biancofiore, Bergamini, Bonafede, Speranza, Borghi, Baldelli, Morani, Saltamartini, Polverini, Giacomoni, Calabria, Rampelli, Ruocco, Baroni, Fassino, Paola De Micheli, Rizzo Nervo, Daga, Angelucci, Orfini, Anzaldi, Fassina, Campana, Rotondi, Pezzopane, Sibilia, Del Basso De Caro, Cirielli, Elio Vito, Francesco Boccia, Enza Bruno Bossio, Santelli, Stumpo, Daniela Cardinale, Prestigiacomo, Epifani, Giulia Grillo.

La quota più consistente, come scrive 'La Repubblica', spetta ovviamente al M5s, primo partito che, grazie al 32,66% dei voti, aggiunge 133 deputati agli 88 raggiunti con il meccanismo uninominale, portandosi a un totale di 221.

Per il Pd, i seggi del proporzionale sono 86.

Il centrosinistra, in totale, compresi i 24 collegi uninominali, sono quindi 112. Fratelli d'Italia ne conquista invece 19 (4,35% dei voti). Insieme ai risultati uninominali, saranno 260 deputati.

Altre Notizie