Sabato, 20 Luglio, 2019

Perché il Rosatellum potrebbe "regalare" più voti al PD

Renzi vinco se perdo Renzi il più citato sui giornali Berlusconi è la star del web con Salvini a Di Maio a ridosso
Evangelisti Maggiorino | 02 Marzo, 2018, 08:23

"Se non sarà così, il Pd è responsabilizzato e pronto ad andare all'opposizione: non è che ce l'ha detto il dottore di andare al governo". "Lei sta parlando con chi da Presidente del Consiglio ha cancellato Imu e Tasi sulla prima casa, anche ricevendo insulti dalla propria parte". Non servirà probabilmente a fare del Pd il primo partito, ma potrebbe bastare per far guadagnare alla coalizione la maggior rappresentanza parlamentare. "Il Pd ha tanti candidati premier", dice Paolo Gentiloni prima di salire sul palco del cinema Adriano di Roma, per l'iniziativa elettorale in 'tandem' con Matteo Renzi che lancia il rush finale del Pd. "Possiamo spendere mezzo punto di Pil, nove miliardi - ha spiegato - Non sono pochi, ma non sono i 100 della flat tax o del reddito di cittadinanza".

Dal canto suo la donna si è trincerata dietro al silenzio, sostenendo che dietro la sua feroce protesta ci sarebbero imprecisate "questioni personali" che si riserva di spiegare solo dopo il voto. C'è chi si affida all'istinto e chi invece sceglie il meno peggio o vota semplicemente contro. Quello che lascia perplessi è che non si sia dimesso e che il partito che l'ha candidato, a parole sempre attento alle questioni etiche e morali (degli altri), non abbia preteso, una volta formalizzata la candidatura dal palco di Pescara, tali dimissioni. "Il suo contributo sarà decisivo per vincere il collegio Roma1, la sfida nella Regione Lazio, la partita nazionale". E mentre Minniti nega ambizioni da premier, un ex ministro come Elsa Fornero vota Bonino ed elogia Gentiloni. E io considero i grillini particolarmente estremisti.

Altre Notizie