Venerdì, 22 Giugno, 2018

Test F1 2018, Day 3: neve a Barcellona, auto ferme!

Chiudi
   Apri Chiudi Apri
Acerboni Ferdinando | 01 Marzo, 2018, 13:16

Al quarto e sesto posto si issano le Renault di Hulkenberg ( che ha girato al mattino) e Sainz ( salito a bordo nel turno pomeridiano).

Nessun regalo in vista, però, per i team di Formula 1 dato che non è stato trovato l'accordo e, anche per colpa della Ferrari, la giornata di test non sarà recuperata.

La nuova stagione è cominciata.

Scende il sipario sulla prima giornata di test a Barcellona, caratterizzata da una mattinata che ha visto i team particolarmente in fermento e da un pomeriggio più tranquillo, anche a causa dell'arrivo della pioggia, che ha diminuito i giri in pista da parte delle monoposto.

Per quanto riguarda il maggior numero di giri il primato va a Sebastian Vettel che ha percorso ben 98 tornate, seguito da Bottas con 94 e Gasly con 82, mentre tutti i tempi sono stati fatti segnare con gomme Soft tranne quello di Bottas e Verstappen con gomme Medium e Vandoorne con Hypersoft.

Ricciardo ha girato in 1'20 " 179 destando sin da subito buonissime impressioni nel corso di 105 giri e piazzandosi davanti alla Mercedes di Valtteri Bottas e alla nuova Ferrari di Kimi Raikkonen.

Iniziano nel segno della Mercedes i test F1 di Barcellona del 2018, che F1Sport.it coprirà live integralmente dal circuito del Montmelò. Le prime sensaziomni con la nuova macchina sono state decisamente buone, ma è ancora troppo presto per i giudizi, soprattutto considerate le condizioni di oggi. Sembra che la power unit giapponese sia finalmente affidabile, anche se il neozelandese è stato più lento di Bottas di oltre due secondi nonostante gli pneumatici Soft. Ma queste condizioni non sono quelle in cui normalmente corriamo: "oggi è persino nevicato e con tre o quattro gradi di atmosfera e 8-9 di asfalto, tutti hanno fatto fatica a mandare le gomme in temperatura".

Ha continuato Raikkonen che non si è sottratto a dare una sua opinione su Halo: "Ora dobbiamo cercare di fare altri chilometri; rispetto alle prove degli anni precedenti, stavolta l'Halo è stato pensato per essere integrato nel progetto della vettura, cosa che in precedenza non era possibile". Dopo aver perso tre ore in mattinata, Fernando Alonso ha stabilito il 5° tempo sulle supersoft, tempo che gli è poi stato tolto per aver tagliato la curva 14.

Altre Notizie