Martedì, 25 Settembre, 2018

Firenze, 17enne massacrata al parco dell'Ambrogiana: fermato un 21enne, incastrato dal video

L'allestimento del nuovo MMAB di Montelupo Fiorentino L'allestimento del nuovo MMAB di Montelupo Fiorentino
Evangelisti Maggiorino | 22 Febbraio, 2018, 19:54

Un giovane di 21 anni è stato arrestato dalla polizia con l'accusa di essere l'autore dell'aggressione subita da una ragazzina - che all'epoca aveva 17 anni - che venne aggredita alle spalle e trascinata sotto un manto di foglie nel parco dell'Ambrogiana nell'ottobre dello scorso anno, a Montelupo Fiorentino (Firenze). I due non si conoscevano. Si tratta di un 21enne, Alessio Martini, che è stato arrestato in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere disposta dal gip su richiesta della procura fiorentina.

Le indagini che hanno portato al suo arresto sono state condotte da squadra mobile di Firenze e commissariato di Empoli. Il 21enne italiano si trova ora nel carcere di Sollicciano, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Gli investigatori, anche grazie alla sincronizzazione delle immagini video - raffrontate con i dati dei tabulati telefonici - hanno potuto ricostruire che quella mattina, alle 6,20 circa, un uomo con pantaloni chiari e un giubbotto scuro, a bordo di una bicicletta, ha imboccato il viale che la giovane vittima stava percorrendo in senso opposto, mentre era intenta a parlare al cellulare. Il dispositivo non era ancora stato ritrovato e solo questa mattina, spronato dai militari, il 21enne ha prima ammesso le sue responsabilità per poi far trovare il cellulare nel parco su sue indicazioni dettagliate. Secondo quanto spiegato dalla polizia, lo smartphone era nascosto nella vegetazione, a circa 150 metri dal luogo dove la 17enne fu trovata priva di coscienza.

Altre Notizie