Domenica, 24 Giugno, 2018

Lapide di Aldo Moro imbrattata con svastiche e scritte

Responsive image Roma. Vandalizzata la lapide commemorativa del rapimento di Aldo Moro
Evangelisti Maggiorino | 21 Febbraio, 2018, 14:43

Una scritta "morte alle guardie" consvastiche ai lati è stata trovata stamattina sulla base dicemento di una lapide commemorativa di Aldo Moro in via Stresa aRoma, nei pressi del luogo del rapimento in via Fani. Sul posto, stando a quanto si apprende, è intervenuta la polizia, che sta indagando su quanto avvenuto. Un pericolo per la convivenza civile, prima ancora che per la sicurezza.

Il commando uccise i 5 uomini della scorta, i carabinieri Oreste Leonardi e Domenico Ricci e i poliziotti Francesco Zizzi, Giulio Rivera e Raffaele Iozzino, e sequestrò il leader della Democrazia cristiana, che venne ucciso dopo 55 giorni di prigionia. Tutte le scritte sono state cancellate e la stele è tornata alla sua dignità originale. Forse, ma è un'ipotesi improbabile, chi ha scritto quegli insulti non era neanche a conoscenza del fatto che su quella lastra di cemento solitamente c'era una targa in memoria dell'agguato di via Mario Fani, compiuto da militanti delle Brigate Rosse il mattino del 16 marzo 1978, quasi quaranta anni fa esatti, in cui morirono cinque uomini della scorta di Moro. Alle 9, all'arrivo di Moro e della sua scorta, i brigatisti di supporto fecero in modo che le auto del convoglio si fermassero, e i 4 terroristi del gruppo di fuoco, travestiti da piloti dell'Alitalia, iniziarono a sparare.

Altre Notizie