Domenica, 21 Luglio, 2019

Siria, forze filo-Assad puntano ad Afrin. La Turchia bombarda i convogli

Alcuni miliziani filo-turchi del Free Syrian Army Alcuni miliziani filo-turchi del Free Syrian Army
Evangelisti Maggiorino | 20 Febbraio, 2018, 20:21

La Turchia ha bombardato le aree vicino al valico di Ziyara, a sud-est di Afrin, nel nordovest della Siria, dove è in transito il convoglio di "forze popolari" filo-siriane partite da Aleppo e dirette verso l'enclave curda teatro dal 20 gennaio di una campagna militare lanciata da Ankara e dai ribelli alleati dell'Esercito libero siriano.

"Siamo a conoscenza di queste notizie, non possiamo confermarle, ma crediamo che sia estremamente improbabile che le forze turche abbiano usato armi chimiche e continuiamo a chiedere moderazione e la protezione dei civili ad Afrin" ha detto Michael Anthony in risposta ad una richiesta di RIA Novosti.

Lo confermano un ufficiale curdo, l'Osservatorio siriano per i diritti umani e anche la tv del movimento libanese Hezbollah, filo-iraniano e presente con i suoi miliziani nella Siria settentrionale.

Le forze siriane filo-governative sono entrate nella regione nordoccidentale di Afrin per dar manforte alle milizie curde impegnate da circa un mese su quel fronte contro i turchi, aumentando le prospettive di escalation nello scontro. Oltre al villaggio strategico di Dayr Sawwan, da cui passa il collegamento stradale, secondo Anadolu sono stati strappati oggi ai curdi altri 8 villaggi.

Altre Notizie