Sabato, 20 Luglio, 2019

Nuova ondata di maltempo, torna la neve

L'anno del Burian sull'Italia. Era il 1996 Nuova ondata di maltempo, torna la neve
Evangelisti Maggiorino | 20 Febbraio, 2018, 18:12

Nei prossimi giorni l'Italia entrerà in una situazione meteo decisamente instabile, dovuta principalmente all'arrivo di aria più fredda dai settori Nordorientali europei che favorirà la formazione di un centro depressionario. Di conseguenza si prospetta una settimana piovosa con neve sui rilievi e a quote relativamente basse (700-900 metri martedì e mercoledì). Ecco che cosa ci aspetta dal punto di vista meteo in Abruzzo.

E' attesa tra la fine di febbraio e i primi di marzo un'ondata di gelo sull'Italia, che lambirà anche la Campania e Napoli.

Le temperature potranno rimanere sotto lo zero anche di giorno e raggiungere i -10/-12° di notte sulla Pianura padana. Cielo coperto e molto nuvoloso con piogge irregolari ma costanti, che si alternano a nevicate.

Temperature: In ulteriore diminuzione, specie dal pomeriggio-sera.

In merito all'allocazione dell'ondata di gelo sarà opportuno seguire i prossimi aggiornamenti delle nostre rubriche.

L'etimogia del vocabolo italiano Buriana, a indicare un improvviso e rapido temporale, con uso anche metaforico, riporta al latino e al greco (Borea e Boreas, personaggio mitologico e vento del nord, tramontana) con influenze anche dal turco e dallo slavo orientale Buran.

Dunque nella giornata di domenica 18 il peggioramento sarà più marcato, con nuvole e piogge, attenzione inoltre all'abbassamento progressivo della quota delle nevicate causato dall'entrata di aria fredda dai 800-900 fin verso i 600-700 m a San Marino tra la seconda parte di domenica e nella giornata di lunedì quando l'apporto dei venti freddi da nordest sarà più marcato. Questa potrebbe salire verso la media del periodo al Sud.

Altre Notizie