Martedì, 16 Luglio, 2019

Sondaggi politiche 2018. Sicilia, in testa il M5S

Lavoro acqua cultura giovani candidati alle politiche a confronto sui temi 'caldi' nell'iniziativa Rivoluzione demografica e sovranità monetaria, Roberto Fiore presenta i candidati abruzzesi di Italia agli Italiani
Evangelisti Maggiorino | 20 Febbraio, 2018, 16:26

Il 4 marzo si avvicina e 51,2 milioni di italiani saranno chiamati alle urne per scegliere chi li rappresenterà in Parlamento per la diciottesima legislatura. E se alle ultime elezioni regionali tra gli elettori molti manifestavano la volontà di non voler andare a votare, per le elezioni politiche 2018, al contrario, la percentuale di chi non vuole recarsi alle urne è del 17%. Una per la camera (rosa) e una per il senato (gialla). Saranno gli operatori del seggio a staccare il tagliando, che sarà conservato, e a verificare che il suo codice progressivo sia lo stesso annotato prima della consegna della scheda all'elettore. Le schede apportano il nome del candidato nel collegio uninominale e il contrassegno del partito o della coalizione collegate. Invece di onorare i propri caduti e tutti caduti per la Patria diffondendo una cultura di pace, di tolleranza, di pacificazione nazionale questi demokratici definibili senza ombra di dubbio dei pericolosi nazi-comunisti alimentano soltanto la cultura dell'odio, della violenza, dello scontro di piazza; sono i mandanti morali dei fatti di Macerata, dei fatti di Bologna, ed anche dei fatti di Sanremo dove con l' arroganza di sempre vogliono impedire il libero confronto anche coprendo i miei manifesti elettorali con quelli del loro partito di riferimento ovvero Potere al Popolo dove è candidata la presidente Anpi locale Amelia Narciso! Per il centrosinistra, i rappresentanti dovrebbero fermarsi sui 150 alla Camera e 70 al Senato. Nel 2018 si vota per la prima volta con il cosiddetto Rosatellum, sistema misto proporzionale e maggioritario: un terzo dei candidati viene eletto in collegi uninominali e due terzi - con listini bloccati (da un minimo di 2 a un massimo di 4 candidati) - con il proporzionale. Queste soglie sono del 3% per le liste e del 10% per la coalizione.

Il numero dei CANDIDATI al Parlamento che segnaliamo positivamente non è aumentato rispetto alle precedenti elezioni, ma anche quello dei candidati negativi è stabile.

Non si potrà votare per i candidati del listino di partito, ogni segno apposto sui nomi elencati accanto al simbolo comporterà l'annullamento della scheda.

Per tutto ciò che riguarda la tessera elettorale bisogna rivolgersi all'ufficio elettorale del comune di residenza. Come trovarli? Diversi siti si cimentano nell'operazione di camuffamento, ecco come. In due soli modi possibili: ingovernabilità o "larghe intese". Il sistema elettorale prevede l'elezione diretta del presidente della Regione per cui sarà nominato il candidato presidente più votato.

In cima troviamo il nome del candidato nel collegio uninominale, sotto al quale ci sono tanti riquadri quanti sono i partiti che lo sostengono.

Altre Notizie