Lunedi, 21 Mag, 2018

Florida, sparatoria in una scuola: almeno 3 morti e 50 feriti

Usa: sparatoria a Nsa, tre feriti. Un arresto Usa, sparatoria in una scuola in Florida: cosa sappiamo
Acerboni Ferdinando | 15 Febbraio, 2018, 04:24

Un uomo armato ha aperto il fuoco in un liceo in Florida, lo Stoneman Douglas a Parkland causando diversi feriti.

Sul posto sono accorse le forze dell'ordine e soccorsi in maniera massiccia che sono subito intervenuti. Non e' ancora chiaro se l'autore sia stato fermato o sia ancora attivo.

Lo sceriffo della contea di Broward ha riferito di "almeno 14 vittime", senza precisare se si tratti di morti o feriti. Agli studenti era stato ordinato di barricarsi all'interno degli edifici del campus.

Tra le vittime vi sarebbe una professoressa raggiunta dai colpi del killer mentre con il suo corpo proteggeva uno degli studenti. Uno studente, che indossava la maschera antigas, ha iniziato a sparare sulle persone. Così il sovrintendente scolastico Robert Runcie alla Cbs, che a poche ore dalla sparatoria in una scuola superiore di Parkland, in Florida, ha parlato di "giorno triste", senza però confermare il numero esatto delle vittime. Sul posto sono giunti anche agenti dell'Fbi, nel campus che si estende per una vasta area, la scuola accoglie infatti circa 3000 studenti. Lo riferisce una fonte ben informata a Cbs Miami. L'episodio più grave finora era stato quello del 23 gennaio scorso quando uno studente di 15 anni in un liceo del Kentucky uccise due studenti ferendone altri 20.

Trump ha commentato a sua volta su Twitter la sparatoria dicendo che "nessun bambino, nessun insegnante, nessuno dovrebbe sentirsi non al sicuro in una scuola americana". I dati sono forniti da Everytown For Gun Safety, associazione che si batte per un maggior controllo sulla vendita delle armi da fuoco.

Altre Notizie