Mercoledì, 21 Febbraio, 2018

Frontex: "Cresce il numero degli sbarchi in Italia"

Migrazioni, oltre 8mila gli arrivi in Europa a gennaio Cosa dicono i nuovi dati sugli sbarchi di migranti
Esposti Saturniano | 14 Febbraio, 2018, 21:44

Lo riferisce Frontex, l'agenzia europea per il controllo delle frontiere marittime secondo la quale, sulle quattro principali rotte migratorie verso l'Ue, a gennaio sono stati individuati 8.300 passaggi irregolari di frontiera, con un calo del 7% di arrivi rispetto a un anno fa. "Il numero di migranti arrivati in Italia attraverso la rotta del Mediterraneo centrale a gennaio è salito a oltre 4.800, il doppio rispetto al mese precedente, quando le attività dei trafficanti erano state colpite dai combattimenti vicini alle aree di partenza e dal cattivo tempo", si legge nel comunicato. Ancora più evidente la diminuzione di stranieri in arrivo dalla Libia; 3.534, il 61% in meno dello scorso anno. "Dopo il lieve rialzo di gennaio, il numero è sprofondato a 249 nei primi 12 giorni di febbraio, meno 95% rispetto ai primi 12 giorni di febbraio 2017". riproduzione riservata ®.

Anche il Viminale ha diffuso nuovi dati sugli arrivi dei migranti in Italia. Tra gli arrivi, il numero più alto è di eritrei (1.321), poi tunisini (763), pakistani (279) e nigeriani (252). Quanto al programma di relocation, sono stati quasi 12mila, al 9 febbraio scorso, i migranti 'ricollocati' in altri Paesi europei.

I dati del Viminale, tuttavia, sono distanti da quelli di Frontex. "Il totale mensile è approssimativamente in linea con gennaio dello scorso anno". Negli ultimi mesi, Frontex ha anche notato un aumento del numero di libici in fase di spostamento attraverso il Mediterraneo. Per prima cosa, possiamo dire che Frontex ha ragione: a gennaio del 2018 gli arrivi sono stati circa 4.800, più del doppio rispetto a dicembre 2017.

A gennaio, il numero di migranti irregolari che percorrevano la rotta del Mediterraneo orientale, raggiungendo principalmente le isole greche, è diminuito del 43% dal mese precedente a quota 1.850. Sulla rotta dei Balcani occidentali infine si sono registrati 300 arrivi. Le nazionalità maggiormente rappresentate sono state Eritrea, Tunisia, Pakistan, Nigeria, Libia e Costa d'Avorio.

Altre Notizie