Mercoledì, 14 Novembre, 2018

Carabiniere Andrea Vizzi muore durante esercitazione: Colpito per sbaglio da un collega

Carabiniere morto durante un'esercitazione: l'arma doveva essere scarica Milano, carabiniere ucciso da un collega durante esercitazione in caserma
Evangelisti Maggiorino | 14 Febbraio, 2018, 21:16

E' morto durante il trasporto in ospedale. La vittima, 33 anni, era originaria di Corigliano d'Otranto, in provincia di Lecce, è stata soccorsa per circa 40 minuti all'interno della stessa caserma, ma tutti i tentativi di rianimarlo da parte dei soccorritori del 118 non sono andati a buon fine.

Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, appresa la triste notizia del decesso dell'Appuntato Andrea Vizzi, in servizio presso il Nucleo Radiomobile Carabinieri di Milano, ha espresso ai familiari del militare e al Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Generale Giovanni Nistri, profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza a nome delle Forze Armate e suo personale. Non è chiara ancora l'esatta dinamica del fatto, ma è quasi certo che sia avvenuto per puro caso durante una fase di riposo: Vizzi, infatti, quando è stato raggiunto dal proiettile non indossava il caratteristico giubbotto antiproiettile che, assieme all'elmetto in kevlar, costituisce la tradizionale "divisa" delle Api. Sotto shock il collega che ha sparato. L'incidente è avvenuto attorno alle 18, il gruppo si trovava in un'area di addestramento ricavata nella zona dei garage della caserma, stava mettendo a punto delle tecniche di intervento speciale. E invece: può bastare un errore, un colpo accidentale, come quello che si ritiene sia partito, per compromettere una vita. Nel frattempo, il collega che avrebbe colpito a morte il carabiniere è stato trasportato in ospedale in evidente stato di choc.

L'appuntato non era sposato e non aveva figli.

Altre Notizie