Giovedi, 22 Febbraio, 2018

Moser è tornato: assolo dell'azzurro al Laigueglia

Trofeo Laigueglia 2018: successo in solitaria di Moreno Moser, che stacca tutti sull'ultima salita. Sul podio anche Totò e Moser è tornato: assolo dell'azzurro al Laigueglia
Cacciopini Corbiniano | 12 Febbraio, 2018, 04:08

Moreno Moser ha vinto per distacco la 55/a edizione del Trofeo Laigueglia gara di apertura del calendario professionistico in Italia.

Il trentino ha gareggiato per i colori della Nazionale italiana, che ha così bissato il successo dello scorso anno con l'altro azzurro Fabio Felline.

"Sul traguardo saranno 43" i secondi sul primo degli inseguitori, Paolo Totò (della Sangemini), che ha superato al fotofinish Matteo Busato (Wilier Triestina) e Nicola Bagioli (Nippo-Vni Fantini).

El Farés ed il nipote di Bettini nella fuga da lontanoLa prima fuga di giornata è partita al chilometro 7: i protagonisti erano uno specialista delle azioni dalla lunga distanza come il francese Julien El Farés (Delko Marseille), il norvegese Audun Brekke Fløtten (Team Virtu) ed il nipote d'arte Francesco Bettini (D'Amico-Utensilnord).

Inizialmente il gruppo tiene a bagnomaria i tre attaccanti, poi lascia loro la possibilità di guadagnare oltre otto minuti di vantaggio. Il primo a mollare è stato l'italiano, poi Flotten, infine El Fares, recuperato da 11 avversari. La corsa si accende sulla salita di Testico, quando in testa rimane solitario El Fares e iniziano gli attacchi in gruppo. Sulla Colla Micheri, successivamente ad un attacco di Moreno Moser (nazionale italiana), sono in undici ad avvantaggiarsi: assieme al corridore della Astana troviamo Mattia Cattaneo, Marco Frapporti, Francesco Gavazzi e Fausto Masnada (Androni Giocattoli); Clement Chevrier, Silvan Dillier, Hubert Dupont, Quentin Jauregui e Mickael Cherel (AG2R); Simone Andreetta (Bardiani - Csf). Tanti i tifosi che hanno seguito la corsa non solo lungo la costa, ma anche nell'entroterra per i gran premi della montagna di Paravenna e Colla Micheri.

All'ultimo giro si decide la corsa, con l'attacco di Moser a cui nessuno riesce a rispondere.

Negli ultimi tre chilometri di gara il trentino ha fatto il vuoto alle sue spalle e da solo è andato a tagliare il traguardo.

Questo l'ordine d'arrivo: 1) Moreno Moser (Naz. Paolo Totò vince la volata degli inseguitori precedendo Busato, Bagioli, Gavazzi, Asgreen, Combaud, Thalmann, Hermans e Masnada.

Altre Notizie