Giovedi, 18 Ottobre, 2018

Piacenza, corteo anti-Casapound: scontri con polizia

Piacenza, 'antifascisti' armati di aste e sassi contro la Polizia “CasaPound vada via” cinque carabinieri feriti
Evangelisti Maggiorino | 11 Febbraio, 2018, 17:36

È di cinque carabinieri feriti il bilancio degli scontri avvenuti a Piacenza nel pomeriggio durante la manifestazione di alcune associazioni di sinistra e dei centri sociali contro la recente apertura di una sede di CasaPound nel centro della città emiliana. I circa 300 partecipanti sono stati subito fermati dalle forze dell'ordine che hanno attrezzato un posto di blocco con camionette della polizia e cassonetti rovesciati. Il corteo, che vede in prima fila alcuni manifestanti con i volti parzialmente coperti da sciarpe, e tutti con in mano i bastoni, ora sta sfilando per le vie del centro.

Il bollettino di guerra perchè cosi lo potremmo definire, ha registrato ben cinque carabinieri feriti e trasportati in ospedale.

"Apprezzo il fatto - ha detto anche Barbieri - che diverse forze politiche, oltre a coloro che nella stessa giornata di sabato hanno dato vita con compostezza e dignità ad altre manifestazioni, abbiano preso le distanze da questi provocatori estremisti, che di certo non onorano i valori della Costituzione di cui si dichiarano paladini". Ma l'episodio più significativo è avvenuto quando un esiguo numero di forze dell'ordine, sovrastato numericamente dagli antagonisti che hanno sferrato un vero e proprio assalto, ha portato i carabinieri a ritirarsi frettolosamente. Anche un giornalista, un freelance di Parma, è stato colpito al volto da un oggetto: non è grave.

L'episodio ha puntualmente destato grandi polemiche, a partire da quelle di Giorgia Meloni: "Vergogna. Dovrebbero scontare 10 anni".

Altre Notizie