Giovedi, 22 Febbraio, 2018

I club pro Malagò: "Aspettiamolo". Assemblea il 27

Lega Serie A: 8 club rinunciano all'assemblea elettiva del 14 febbraio Lega, trattative e tensione: sventato il golpe anti-Malagò
Evangelisti Maggiorino | 11 Febbraio, 2018, 17:36

Lega Serie A ancora senza un presidente. Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha replicato dalla Corea del Sud, dove si stanno svolgendo i Giochi olimpici invernali, alle dichiarazioni del presidente del Torino in merito alla sua assenza in qualità di commissario all'ultima riunione dell'assemblea della Lega calcio. Il presidente del Coni nelle vesti di commissario straordinario della Lega punge ma dribbla la polemica commentando la decisione dei club di Serie A, dopo un tempo infinito di stallo, di convocare il 14 febbraio l'assemblea per l'elezione del presidente.

Poi se vogliamo parlare parlare di stile e di forma, non è che mi sia sembrato molto elegante da parte di Malago' non venire lunedì scorso all'assemblea. "Ricevuta in data odierna formale comunicazione che un gruppo di società (Benevento, Bologna, Fiorentina, Inter, Juve, Roma, Samp e Sassuolo) non avrebbe partecipato all'assemblea del 14 febbraio facendo di conseguenza venir meno il numero legale per la validità della stessa - spiegano in Lega - il vice commissario Nicoletti, in accordo con il commissario Malagò ha appena informato tutti club che la riunione sarà posticipata alla data già prevista del 27 febbraio". "Mancanza di stile convocare l'assemblea il 14?" "Una mancanza di stile da parte sua.".

Il Coni ha nominato Fabbricini e questi ha nominato Malagò: tu sai che siamo in ballo da tre mesi, almeno fatti vedere, dico io. La trazione diventa iberica perché Media Pro ha vinto l'asta per aggiudicarsi i diritti: "noi adesso stiamo stiamo perdendo tempo e la Liga sta cercando di blindare Tebas".

Altre Notizie