Giovedi, 18 Ottobre, 2018

Parolo: "Più che merito del Napoli è stato demerito nostro"

INTERVISTA. Parolo: “Dobbiamo trovare un equilibrio tra il troppo bello e troppo brutto. E Felipe Anderson…” Lazio, Parolo: “Nel secondo tempo più demeriti nostri che meriti del Napoli”
Cacciopini Corbiniano | 11 Febbraio, 2018, 15:58

Nel post partita di Napoli-Lazio, match terminato sul risultato di 4-1, il centrocampista biancoceleste Marco Parolo ha parlato ai microfoni di Sky Sport. Dobbiamo vedere i nostri errori, perché una partita dura 90 minuti. Sappiamo che dobbiamo rimboccarci le maniche e lottare fino alla fine.

"Nel secondo tempo abbiamo smesso di giocare da squadra. Il sogno Champions è vivo, siamo lì". "Non siamo quelli del primo tempo, ne' quelli del secondo, ma dobbiamo essere una via di mezzo". Episodi determinanti? No, la partita è stata determinata da noi e da come l' abbiamo interpretato nei due tempi, ci è costato questo: analizzeremo i perché, ma lo faremo nello spogliatoio. C'è da dire che siamo una delle squadre che ha giocato ogni tre giorni dall'inizio dell'anno, ma questo non è un'alibi. "Dobbiamo stare sempre sul pezzo ed aiutarci". Il problema è che noi ci rilassiamo troppo presto, pensiamo di essere belli e bravi e poi caliamo. Dobbiamo ricaricarci bene. Ci aspetta un ciclo di partite importanti. "Dobbiamo trovare un equilibrio nostro e solo cosi tornare a essere competitivi come lo siamo stati". "Più che il Napoli siamo stati noi".

Il Napoli ha giocato il suo calcio, come al solito. Dobbiamo lavorare con la nostra testa. Rimanendo compatti, sapendo che non eravamo fenomeni prima e non siamo scarsi adesso.

"Non bisogna mai lasciare il Napoli ragionare, permettendogli di tenere le giuste distanze fra i reparti, e se non riusciamo a mantenere l'aggressività ci facciamo male da soli. Queste partite devono farci crescere".

Altre Notizie