Giovedi, 22 Febbraio, 2018

Genoa, Ballardini prima della sfida col Chievo

Galabinov Genoa-Sassuolo Ballardini tiene acceso il Genoa: “Chievo con furore, ma noi vogliamo continuità dopo il colpo con la Lazio”
Machelli Zaccheo | 11 Febbraio, 2018, 13:47

Sulla chiave per fare bene: "A Verona per dare continuità alla preziosissima vittoria ma soprattutto alla prestazione fatta di tante cose buone".

La sfida con il Chievo è la classica partita che può fare da spartiacque per la stagione. Il Chievo è una squadra 'educatissima' che ha insegnato a tutti come stare in serie A e lo fa da anni. Servirà una grande prova con molta serietà e attenzione. In casa è una formazione che aggredisce da subito, per questo dovremo essere molto bravi a controbattere la loro ferocia.

Chiude proseguendo quello che è il punto cardine della sua conferenza, elogiando i suoi per l'atteggiamento del pre partita e delle loro dichiarazioni, passando anche da modulo e nuovi: "Siamo partiti in un modo e siamo finiti in un altro". Non saranno del match lo squalificato Rossettini e gli acciaccati Rossi, Izzo, Miguel Veloso, Rosi e Taraabt.

L'Avellino lo aveva sondato ad inizio mercato, poi la mancata cessione di una punta e la sua volonta di restare in massima serie hanno fatto sfumare tutto. Anche Lapadula è stato molto bravo così come gli altri. "Taarabt dovrebbe tornare ad allenarsi in gruppo già dalla prossima settimana". Il tecnico promuove il marocchino: "Sarà un po' stanco perché arriva da un torneo dove ha giocato sempre, ma mi sembra un acquisto azzeccato". Sono felice. Lui è un difensore centrale e nella nostra disposizione può ricoprire tutti i ruoli del reparto arretrato, ma è più a suo agio da centrale di destra. "Noi qui, però, quest'anno giocheremo sempre a tre, modulo che si adatta meglio ai giocatori che abbiamo".

Altre Notizie