Giovedi, 22 Febbraio, 2018

Roma-Benevento, Di Francesco: "Dobbiamo ritrovare la cattiveria sotto porta. Domani giocano…"

Roma-Benevento, Di Francesco: Roma-Benevento, Di Francesco: "Dobbiamo ritrovare la cattiveria sotto porta. Domani giocano…"
Cacciopini Corbiniano | 11 Febbraio, 2018, 13:46

Io che ho fatto il calciatore so che è fondamentale sbloccarsi. "Fisicamente è nella condizione ottimale, deve solo trovare il modo di far gol che ne abbiamo bisogno".

A volte è capitato di tirare in faccia al portiere, di far uscire di poco il pallone o di prendere il pallo. Il gol, anche uno solo, deve arrivare.

Under mezzala. "Se lo dice Terim..." Under è un attaccante e non dobbiamo inventarci altro.

"Parlarne adesso lascia il tempo che trova". Dobbiamo ambire ad ottenere questo traguardo, era l'obiettivo anche di inizio stagione. Il discorso si è poi spostato sugli obiettivi stagionali: "Obiettivo Champions?".

"Gerson sta crescendo, sta lavorando bene. Parlare di qualcosa in più del terzo posto è difficile per il troppo distacco che si è creato con le prime". Da quando si è fermato il bosniaco - 4 reti nelle ultime 18 partite di campionato - il rendimento della Roma non è più stato lo stesso. Noi puntiamo alla Champions, sicuramente. Su Gonalons: "Difficilmente verrà recuperato per la gara con lo Shakthar". Credo che abbia delle caratteristiche importanti, e ha anche grande spessore. "Certo, con il 4-2-3-1 non ci sono mezzali, di sicuro potrebbe essere avvicinabile al giocatore dietro le punte ma non ha le caratteristiche fisiche e tattiche per fare la mezzala". Ma erano altri tempi. Anche se è stanco (in A non ha saltato una partita) sa che Di Francesco e i compagni si affidano ancora, totalmente, a lui.

Su Defrel: "Può giocare dietro la punta, ma deciderò oggi chi sarà il trequartista; ovviamente con compiti differenti da Nainggolan".

Ha giocato in quel ruolo a Siviglia? Voi mi volete far sbagliare per forza! Magari se succede a 15-20 minuti dalla fine, ma a me piacciono i giocatori che hanno un determinato ruolo. Non credo sia giusto mettere Fazio in condizioni diverse a quelle a cui è abituato, Fazio sta bene dove sta. Anzi, lo vedo meglio come attaccante. Nei tre davanti che si muoveranno alle spalle di Dzeko scatta il ballottaggio tra Perotti e Defrel con l'argentino che sembra partire in vantaggio nei pensieri del tecnico. "Ma ricordiamo anche che abbiamo un ottavo di finale da giocare".

Chiusura sul caso Bruno Peres, protagonista in settimana di un episodio poco piacevole al di fuori del campo: "E' un episodio simile a quello di Naninggolan e infatti come Radja non è stato convocato ed è stato multato". La differenza è che sono visti in modo diverso. Ritengo che, per poter crescere, dobbiamo avere un'unica direzione. Abbiamo scelto di escluderlo dalla sfida di domenica e di multarlo, per crescere e dare mentalità serve tempo.

Altre Notizie