Venerdì, 23 Febbraio, 2018

Elezioni, Donzelli (FdI): "Pontedera, da sindaco Pd gesto sovversivo: intervenga il Prefetto"

La presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni La presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni
Evangelisti Maggiorino | 09 Febbraio, 2018, 22:42

Scrive in primo cittadino Millozzi: "Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia inveisce contro il Sindaco di Pontedera perché a suo avviso il Comune di Pontedera gli avrebbe negato il diritto di manifestare". Il deputato Fdi Ignazio La Russa intanto ha annunciato di aver avuto mandato da Giorgia Meloni di avviare ogni opportuna azione giudiziaria affinché non resti senza conseguenze penali e risarcitorie il comportamento del sindaco di Pontedera. "Se a Pontedera non venisse immediatamente ripristinata la legalità saremmo pronti ad un presidio permanente in difesa della libertà politica", ha concluso Donzelli.

Chiediamo al presidente della Repubblica Mattarella, al presidente del Senato Grasso, al presidente della Camera Boldrini, al presidente del Consiglio Gentiloni, al ministro dell'Interno Minniti un intervento chiaro e netto. "Non è possibile che nel 2018 venga impedita una campagna elettorale".

"L'unica 'sbianchettaturà è quella fatta dal sindaco sulla democrazia", ribatte il leader toscano di Fratelli d'Italia, Giovanni Donzelli, secondo cui il sindaco "prima ha negato l'autorizzazione" e poi "ha mandato i vigili, come se fossero guardie di regime, a sanzionare un partito politico reo di fare campagna elettorale a tre settimane dal voto", con una multa di 169 euro per banchetto non autorizzato. Se oltre alla manifestazione viene richiesta l'installazione di palchi, gazebo o pedane sul suolo pubblico è il Comune tenuto a rilasciarne l'autorizzazione. Fratelli d'Italia ha presentato la richiesta su quel modello sbianchettando la parte di una dichiarazione in cui si richiama il rispetto di "norme nazionali in vigore che vietano sia la ricostituzione del partito fascista che la propaganda di istigazione all'odio razziale". Il caso è stato reso noto dalla leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni: dal comune di Pontedera, ha rivelato, è arrivata a Fdi "una lettera di diniego della concessione del suolo pubblico per le nostre iniziative elettorali sostenendo che siamo un partito che mira alla ricostituzione del partito fascista". "Sarebbe un vero scandalo negare una piazza a un partito presente in Parlamento e che raccoglie i consensi di milioni di elettori".

Altre Notizie