Venerdì, 22 Giugno, 2018

Scuola, firmato nuovo contratto: aumenti da 81 a 111 euro

Rinnovo contratti statali aumento stipendi ancora polemiche. In arrivo gli arretrati CONTRATTI STATALI/ Snals, “proposte Aran irricevibili: se non cambiano, niente rinnovo” (ultime notizie)
Evangelisti Maggiorino | 09 Febbraio, 2018, 10:42

"Firmato il rinnovo del contratto per #Scuola, #Universita', #AFAM, #Ricerca che coinvolge 1,2mln di dipendenti".

Come abbiamo più volte scritto, le risorse disponibili al momento non sono sufficienti; anche il Sole 24 ore di oggi conferma una nostra ipotesi: per consentire a tutti di arrivare a 80-85 euro gli aumenti non decorreranno dal 1° gennaio 2018 ma dal mese di aprile (per gli statali la decorrenza è il 1° marzo, ma per la scuola ci vorrà un mese in più perchè il numero di stipendi bassi da perequare è molto maggiore). "Un milione e duecentomila tra docenti, personale ata, ricercatori, tecnologi, tecnici, amministrativi hanno finalmente riconquistato uno strumento forte di tutela delle proprie condizioni di lavoro, dopo anni di blocco delle retribuzioni e di riduzione degli spazi di partecipazione e di contrattazione", scrivono i sindacati. "Valorizzare chi lavora nei settori della conoscenza è un investimento per il futuro". "Era giusto e doveroso", ha twittato la Fedeli della Funzione Pubblica Marianna Madia.

C'è poi la questione del codice disciplinare sul quale i sindacati stanno facendo lo sbarramento ma che, anche in assenza di contratto, sarebbe comunque regolato dal "decreto Brunetta" e dalle modifiche introdotte dal "decreto Madia", decreto che per la verità riduce le garanzie di difesa dei dipendenti.

Se così fosse, si tratterebbe certamente di una vittoria importante per i sindacati che fin da più di due anni osteggiano in tutti i modi questa novità della legge 107. "Rafforzati tutti i livelli di contrattazione, a partire dai luoghi di lavoro, valorizzando in tal modo il ruolo delle RSU nell'imminenza del loro rinnovo", continua la nota dei sindacati. "Riportando alla contrattazione le risorse finalizzate alla valorizzazione professionale, ripristinando la titolarità di scuola, assumendo in modo esplicito un'identità di scuola come comunità educante si rafforza un modello che ne valorizza fortemente la dimensione partecipativa e la collegialità".

Altre Notizie