Sabato, 18 Agosto, 2018

Si avvicina la zanzara della febbre gialla, è allarme per l'Europa

Zika, torna la psicosi: la zanzara “killer” si avvicina La zanzara porta febbre gialla e zika in Europa: «È alle porte e prolifera grazie al clima»
Machelli Zaccheo | 09 Febbraio, 2018, 05:35

L'Ecdc (Centro Europeo per il Controllo delle Malattie) invita i Paesi europei, attraverso un allarme, a rinforzare le difese contro le zanzare "Aedes aegypt", insetti portatori di Zika (una malattia tropicale), malaria e febbre gialla.

Altri focolari sono stati rilevati in zone prossime al continente europeo come l'arcipelago portoghese di Madeira, dove questa zanzara di origine africana è stanziale addirittura dal 2007, nella zona del Mar Nero, sulle coste della Turchia e in Egitto.

Gli esperti hanno dichiarato che "se non saranno prese misure la zanzara si diffonderà con molta probabilità nelle aree estreme dell'Europa, che potrebbero diventare un serbatoio per l'introduzione dei vettori nel continente". "Questo aumenterebbe il rischio di focolai locali di virus".

In passato, grazie alle condizioni climatiche favorevoli, Aedes aegypti, originaria dell'Africa, è stata responsabile di grandi epidemie di febbre gialla e dengue nella regione mediterranea tra il '700 e l'800, per poi scomparire a metà del '900 dai paesi del Mediterraneo.

L'allerta zanzare riporta in campo il tema malaria che, nonostante i progressi della medicina, provoca 212 mln di nuovi casi l'anno, 429mila decessi nel 2015 e la morte di un bambino ogni due minuti. Sono alcuni dei numeri dell'Osservatorio Globale sulla Ricerca & Sviluppo in campo sanitario, piattaforma dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), pensato per raccogliere informazioni sul tema in modo da aiutare governi, finanziatori e ricercatori a prendere le decisioni migliori.

Altre Notizie