Venerdì, 19 Ottobre, 2018

Telefono Azzurro, un teenager su quattro teme ricatti online

Lotta al cyberbullismo, polizia impegnata nella campagna nazionale anche nel Salento Cyberbullismo, oggi la Polizia incontra gli studenti messinesi
Evangelisti Maggiorino | 09 Febbraio, 2018, 02:45

Un nuovo strumento presentato da Telefono Azzurro in occasione del Safer Internet Day 2018, a Milano, è la "Carta di Milano per la Dignità del minore nel mondo digitale", firmata dall'assessore alla Trasformazione digitale del Comune di Milano Roberta Cocco, e che si auspica possa venir condivisa anche dai grandi del web Facebook e Google.

Nell'ambito delle iniziative promosse per celebrare il Safer Internet Day 2018, che quest'anno si tiene oggi martedì 6 febbraio 2018, la Polizia Postale e delle Comunicazioni in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, ha organizzato un workshop sul tema del cyberbullismo negli Istituti scolastici delle province di Campobasso ed Isernia. Internet è il nostro nuovo centro vitale. Non poteva mancare un intervento della ministra Valeria Fedeli, che ha affermato l'importanza dell'educazione al digitale e si è scagliata contro i fenomeni del bullismo e del cyberbullismo. Un dispositivo, una connessione wifi e siamo dentro come esploratori di un viaggio intergalattico. Gli altri, internauti che sono sempre indirettamente influenzati dalle nostre azioni, ma non solo a livello virtuale, tante volte anche nella realtà. Spesso i ragazzi non denunciano le violenze che subiscono e non ne parlano con gli adulti. Qui si inserisce tale discussione, giustamente portata avanti dalle scuole per le scuole e i giovani studenti.

Subito.it sottolinea come la sicurezza della sua piattaforma e degli utenti sia da sempre un elemento fondamentale e proprio in occasione del Safer Internet Day è stata annunciata una revisione completa, grazie all'UNC, dei materiali che hanno come oggetto il rapporto con gli utenti così da provvedere a tutelare al meglio i consumatori con informazioni aggiornate, assistenza migliorata e aiutandoli nella navigazione on-line.

Un obbiettivo sano è quello emerso ieri, ossia attività di prevenzione sulle potenzialità comunicative del web e delle community.

Nella mattinata del 9 febbraio, a partire dalle ore 8.30, nella splendida location del teatro Santa Chiara, seguendo una oramai consolidata strategia di sensibilizzazione, fermamente voluta dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, l'Assistente Capo Coordinatore Faes Emanuela, esperta della Squadra Indagini Pedofilia del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni del Trentino Alto Adige, parlerà a oltre 1000 studenti ed a più di 100 insegnanti.

Altre Notizie