Martedì, 13 Novembre, 2018

Cinquanta Sfumature di Rosso recensione del capitolo finale

Jamie Dornan in 50 sfumature con Dakota Johnson Cinquanta Sfumature di Rosso recensione del capitolo finale
Deangelis Cassiopea | 08 Febbraio, 2018, 19:10

Prima di disperarvi, però, sappiate che non si tratta di un passo indietro, né l'attore si è pentito di aver interpretato il milionario in fissa col bondage, tutt'altro.

L'idillo della coppia, appena unitasi in matrimonio, dura poco. Anche perché, a dire la verità, questa non si è mai palesata. Per questo è facile intuire che il merito di questo fallimento sia soprattutto di Niall Leonard che non ha reso giustizia al romanzo della moglie, sviluppando una sceneggiatura confusa, cronologicamente folle e dalla forma imbarazzante.

Jamie Dornan dice addio a Christian Grey.

Rispetto ai due precedenti capitoli che, nonostante alcuni punti deboli, sono riusciti a raccontare una storia romantica e sensuale con una certa coerenza, Cinquanta Sfumature di Rosso sembra un film rimediato, una parodia che punta a disintegrare la dignità del franchise. Il pathos, la suspense, in quello che doveva essere il "thriller" della trilogia, è pari a zero.

Il capitolo culminante tratto dal bestseller e fenomeno mondiale "Cinquanta Sfumature" vedrà i due protagonisti, novelli sposi, che credendo di essersi lasciati alle spalle delle presenze oscure del loro passato, condividono un legame inossidabile e vivono una vita di lusso. Non penso ce ne saranno altri, nel senso che non ci sono altri libri.

È quindi indubbio il carico di romanticismo amabilmente insensato che la pellicola ingloba al suo interno, che risulta anzi doveroso, per poter così continuare a far sognare i fan più indulgenti e continuare dunque su quella linea di superficialità e frasi ad effetto che non potranno che diventare scult. Se ormai Jamie Dornan nemmeno ci prova più a dare un qualsivoglia spessore a Christian Grey, recitando per inerzia e dando molto più importanza alle scene in cui mostra il fisico, Dakota Johnson continua imperterrita a cercare di dimostrare l'inesistente spessore psicologico di Anastasia Steele.

Nel corso di un'intervista con Io Donna, Dakota Johnson ha parlato di come i suoi genitori hanno reagito al fatto che recitasse in film come 50 sfumature.

Altre Notizie