Mercoledì, 21 Febbraio, 2018

Roma, Monchi incontra Pastorello: "Dzeko? Si è allenato a Trigoria. Laxalt…"

Roma, Monchi incontra Pastorello: “Dzeko? Si è allenato a Trigoria. Laxalt…”
Esposti Saturniano | 01 Febbraio, 2018, 04:51

"Non credo faremo molto nelle prossime ore di mercato, sostituiremo nella rosa Emerson Palmieri con Jonathan Silva che sta ultimando le visite mediche" aggiunge Baldissoni, ricordando che "le cessioni fatte dal club non hanno mai intaccato la competitività della squadra". La cessione di Dzeko poi non si è concretizzata ma non potevamo non pensarci.

Credo sia opportuno fare un po' di chiarezza. Sapete che purtroppo da qualche anno le squadre non sono libere di agire secondo le proprie strategie ma devono in qualche modo devono fare i conti con un regolamento internazionale, che tra l'altro è diventato anche italiano dall'anno scorso, ovvero il Fair Play Finanziario. Questo implica alcune restrizioni nell'operatività, bisogna raggiungere il pareggio di bilancio, i costi devono essere uguali ai ricavi. "La Roma non ha bisogno di soldi, perché ha una proprietà solida che li mette". Negli ultimi 15 mesi la società ci ha inviato circa 100 milioni, per l'esattezza 98. La proprietà ha contribuito a fare i versamenti necessari e a mantenere la gestione di questi costi elevati.

"L'istituzione del Fair Play finanziario nasce proprio per questo motivo qui".

Intanto la Roma ha venduto un solo calciatore e solamente ieri, c'era un'opportunità da ascoltare. "Essendoci un calcolo pluriennale di perdite ai fini del calcolo del rispetto dei parametri del FFP, la Roma era soggetta già a sanzione". O abbattevamo i costi e crescevamo dal punto della competitività oppure avremmo dovuto mantenere i costi alti e recuperare la differenza con le cessioni.

"No, la stagione scorsa la Roma ha fallito l'ingresso in Champions League e aveva una rosa con costi per una competizione di un certo livello e ha fallito i ricavi conseguenti". Se arriva un'offerta imprevista che può essere ritenuta interessante, come successo con Dzeko. "Abbiamo investito ed abbiamo mantenuto dei costi di gestione alti", ha proseguito. Rido quando in questa città sento dire che il presidente Pallotta vuole fare lo stadio per guadagnarci lui. Si prova a vincere o si fa trading? La Roma non si schioda dalla finestra a cui si è affacciata per scrutare le trattative di questo intenso gennaio, guardando da lontano le operazioni delle rivali. Negli ultimi quattro anni la Roma non solo è stata saldamente in Champions, ricordo che ha fatto 2°-2°-3°-2° e per due volte è arrivato il record di punti della sua storia. Questa squadra dimostra una costante: "quando si distacca dagli obiettivi che doveva avere, dimostra un calo mentale, di determinazione, con prestazione di timore". Mantenere un assetto importante di giocatori è testimonianza di voler mantenere la competitività.

Noi in questo momento parliamo di una squadra che ha ceduto Emerson e che ha giocato zero minuti in campionato quest'anno.

Ci crediamo molto, abbiamo fatto anche dei paragoni con altre realtà.

Altre Notizie