Mercoledì, 14 Novembre, 2018

Stampa tedesca: test su gas di scarico con scimmie e cavie umane

Test con i gas di scarico sulle scimmie tre colossi dell'auto sotto accusa   
                       
                
         Oggi alle 07:27 Test con i gas di scarico sulle scimmie tre colossi dell'auto sotto accusa Oggi alle 07:27
Esposti Saturniano | 29 Gennaio, 2018, 17:20

Secondo i due giornali tedeschi, la Società di Ricerca europea per l'Ambiente e la Salute nei Trasporti (Eugt), fondata dai tre colossi dell'auto nel 2007 insieme a Bosch, ha promosso "un breve studio di inalazione con biossido d'azoto su persone sane".

"Venticinque persone sono state sottoposte a dei controlli presso la clinica universitaria di Aquisgrana dopo che avevano respirato, per diverse ore, e in diverse concentrazioni, dell'ossido d'azoto", scrivono i media tedeschi. Stando al rapporto della stessa società di ricerca, la Eugt che ha promosso gli esperimenti, non sarebbero stati rilevati effetti sui pazienti dall'emissione del gas. La società, probabilmente anche alla luce del dieselgate, è stata poi sciolta nel 2017. Lo scrive oggi la Sueddeutsche Zeitung, all'indomani delle rivelazioni del New York Times, secondo le quali la VW ha contribuito al finanziamento di esperimenti su 10 scimmie nel 2014. Ovviamente il caso ha scatenato feroci reazioni in tutto il mondo, pure in Germania, con i social che sono stati invasi dai commenti negativi sull'accaduto.

La Daimler ha "preso espressamente le distanze" dagli studi sugli esseri umani e dall'EUGT. "L'indignazione di tante persone è assolutamente comprensibile", ha affermato il portavoce Seibert.

I test erano stati richiesti dall'EUGT, European Research Group on Environment and Health in the Transport Sector, organismo non più esistente fondato da Volkswagen, Daimler e BMW. Secondo recenti notizie pubblicate dalla stampa tedesca, sarebbero diverse le aziende del settore automobilistico sotto accusa che avrebbero adottato per i loro test di tolleranza non solo scimmie ma anche uomini.

Bmw e Daimler (Mercedes) hanno preso le distanze dal metodo "del tutto insensato".

Dura la presa di posizione della cancelliera Merkel: "Questi test sugli animali e perfino sulle persone non trovano alcuna giustificazione sul piano etico". Per il presidente della Bassa Sassonia, Stephan Weil, maggiore azionista del gruppo di Wolfsburg, si tratta di pratiche "assurde e ributtanti". La seconda aveva annunciato di aver avviato un'inchiesta sull'incidente e di considerare il test "inutile e repellente".

Così come sottolineato da Il Sole 24 Ore, le case automobilistiche citate hanno voluto prendere le distanze da questi esperimenti, scusandosi con i consumatori e ribadendo il loro impegno per la protezione degli animali. I test dei gas sulle scimmie "non sono in alcun modo accettabili" e chi ha sbagliato pagherà.

Altre Notizie