Mercoledì, 14 Novembre, 2018

La musica piange la scomparsa di David Zard

L’imprenditore David Zard L’imprenditore David Zard
Deangelis Cassiopea | 27 Gennaio, 2018, 19:54

Il produttore discografico David Zard, organizzatore di alcuni dei più grandi concerti che hanno avuto luogo in Italia negli ultimi decenni, è morto sabato in un ospedale romano dopo lunga malattia. Quando le grandi star del pop e del rock mondiale difficilmente raggiungevano l'Italia con i loro spettacoli (se escludiamo qualche storica scappatella al Festival di Sanremo, unica manifestazione italiana capace di attirare le più grandi star della musica) Zard s'inventò di organizzare negli stadi concerti di Madonna, Elton John, Cat Stevens, Tina Tunner, Rolling Stones, Boby Dylan e tanti altri. Tra i suoi successi 'Notre dame de Paris', dal romanzo di Victor Hugo, che decise di portare in Italia con Riccardo Cocciante nel 2002.

Nel nostro Paese David Zard ha dominato la scena musicale per oltre quaranta anni. Tra i concerti prodotti quelli di Michael Jackson per il Bad World Tour nel 1988 e del Dangerous World Tour nel 1992.

Nato a Tripoli il 6 gennaio 1943 da famiglia ebraica, fu costretto a lasciare la Libia nel 1967, a seguito delle persecuzioni contro gli ebrei in concomitanza della guerra dei 6 giorni. Le autorità lo costrinsero a fermare l'organizzazione del grande evento. La musica continuava quindi a mantenere il richiamo degli anni in cui ha riempito i palchi italiani, con un linguaggio che è forse cambiato insieme alla cultura di un mondo in cui governa la paura.

Altre Notizie