Lunedi, 21 Mag, 2018

Renzi, chiesto a Padoan correre a Siena

Claudio Borghi Claudio Borghi
Machelli Zaccheo | 26 Gennaio, 2018, 01:25

L'ex premier ha spiegato che la decisione di candidare il titolare del dicastero di via XX Settembre è anche una risposta alle critiche ricevute per quanto fatto nel settore dal suo esecutivo: "Nella vulgata è passato un resoconto mediatico superficiale - ha spiegato - noi non abbiamo salvato le banche, ma migliaia e migliaia di correntisti", ha aggiunto il segretario del Pd. "Rivendicare con grande forza questadecisione e rivendicarlo nella città simbolo di uno dei grandiscandali bancari del passato - ha concluso Renzi - credo sarebbeuna bella cosa".

Il segretario del pd Matteo Renzi ha annunciato durante un'intervista a Controradio di aver proposto al ministro delle finanze Pier Carlo Padoan di candidarsi a Siena in vista delle elezioni politiche del 4 marzo.

La candidatura di Padoan si inserisce nella serie di candidature a forte valenza simbolica del Partito Democratico, come quella di Gentiloni a Roma o del padiatra Siani a Napoli. E poco importa se sulla vicenda Mps ci sono ancora diversi punti oscuri che legano a doppio filo i dirigenti del Pd e l'istituto di credito: Padoan punta tutto sulla riconoscenza che il baraccone rosso sia ancora lì in piedi.

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan potrebbe essere candidato in Toscana. Padoan è un uomo di grande esperienza con forti legami con l'Europa e che ha svolto un eccellente lavoro come ministro dell'economia.

Per quello che ci riguarda, al di là della campagna che si sta avviando e dai suoi toni spesso volgari e beceri, sarà invece un momento fondamentale per fare giornalismo di inchiesta, per riaprire fascicoli chiusi troppo frettolosamente e per riaffermare quel diritto alla conoscenza che sta dietro ad ogni scelta politica consapevole.

Altre Notizie