Lunedi, 22 Luglio, 2019

Agenzia delle Entrate: ufficializzati i cambiamenti ai modelli 2018 Video

Deposito Iva estrazione dei beni non sempre necessario prestare garanzia Agenzia delle Entrate: ufficializzati i cambiamenti ai modelli 2018 Video
Esposti Saturniano | 17 Gennaio, 2018, 20:25

Modello Iva/2018: cambiamenti per il quadro VH, l'Iva di gruppo e lo splitpayment - Nuova veste per il quadro VH che da quest'anno dovrà essere compilatoesclusivamente qualora si intenda inviare, integrare o correggere i dati omessi, incompleti o errati nelle comunicazioni delle liquidazioni periodiche Iva (ris. n. 104/Edel 28 luglio 2017).

Nuovo modello 730 e le istruzioni per compilare la dichiarazione dei redditi. Il modello raccoglie tutte le novità in materia di detrazioni introdotte anche dalla Legge di Bilancio.

Il modello e tutte le istruzioni sono disponibili sul sito dell'Agenzia delle entrate. Le modifiche principali riguardano però i redditi da locazione in seguito all'entrata in vigore della cedolare secca per gli affitti brevi.

L'Agenzia delle Entrate nelle istruzioni specifica inoltre che la trasmissione telematica delle certificazioni uniche contenenti esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili mediante la dichiarazione dei redditi precompilata può avvenire entro il termine di presentazione della dichiarazione dei sostituti d'imposta (modello 770), ossia entro il 31 ottobre 2018. Aggiornate, inoltre, le percentuali relative alle detrazioni fiscali per alcuni bonus (come, ad esempio, ristrutturazione di edifici con criteri antisismici ed energetici migliori) e innalzato da 564 a 717 euro l'anno il tetto di spesa massima detraibile per quanto riguarda le istruzioni primaria e secondaria.

In primis sono state modificate le istruzioni inerenti ai quadri B, D e F e modificati i righi F7 ed F8 del quadro F e il rigo D3 del quadro D, per tener in considerazione il nuovo regime delle locazioni brevi. In questo caso, il reddito derivante da questelocazioni costituisce reddito fondiario per il proprietario dell'immobile (o per il titolaredi altro diritto reale) e va indicato nel quadro B. Per il sublocatore o il comodatario, ilreddito derivante da tali locazioni brevi costituisce reddito diverso e va indicato nelquadro D, al rigo D4, con il nuovo codice "10". Nel quadro VX sono stati inseritinuovi righi per l'indicazione da parte delle società partecipanti alla liquidazione Iva digruppo per l'intero anno, rispettivamente, dell'Iva dovuta o dell'Iva a credito datrasferire alla controllante.

Certificazione Unica 2018: spazio a locazioni brevi e premi di risultato - Per gestireil nuovo regime fiscale delle locazioni brevi è stata prevista una nuova certificazione. Infine, è aumentato l'importo delle somme per premi di risultato erogate nel settore privato ai lavoratori dipendenti (passato da 2.000 a 3.000 euro). La recente normativa ha, infatti, stabilito che i soggetti residenti in Italia che esercitano attività di intermediazione immobiliare, nonché quelli che gestiscono portali telematici, qualora incassino i canoni o i corrispettivi relativi a questi contratti o qualora intervengano nel pagamento dei canoni o corrispettivi, operano, in qualità di sostituti d'imposta, una ritenuta del 21% sull'ammontare dei canoni e corrispettivi all'atto del pagamento al beneficiario e provvedono al relativo versamento e al rilascio della relativa certificazione.

Altre Notizie