Martedì, 24 Aprile, 2018

Caputi: "Verdi? Deulofeu è superiore. Nella riunione tra De Laurentiis e Sarri..."

Napoli De Laurentiis propone nuovo contratto a Sarri ma senza clausola GdS - Verdi per convincere Sarri: Napoli fatto su misura per lui. La strategia di De Laurentiis
Cacciopini Corbiniano | 14 Gennaio, 2018, 15:39

"Giuntoli lunedì incontrerà Verdi, che intanto si confronterà con la fidanzata bolognese Laura e prenderà in considerazione sia gli aspetti tecnici che quelli ambientali".

Imperativo attuale del Napoli è quello di dotare Maurizio Sarri degli strumenti necessari per competere con la Juventus sul lungo termine: l'andamento strepitoso della squadra partenopea ha già fatto il vuoto, con la solita storica eccezione. Il motivo? Il rinnovo del contratto che lega il mister toscano al Napoli.

AGENTE GIACCHERINI: "NON GIOCA MAI, LASCIA IL NAPOLI" - Intanto sul fronte cessioni è praticamente certa la partenza di Emanuele Giaccherini, uno dei rinforzi che sogna il Crotone. Ad agosto lo voleva la Fiorentina ma l'hanno ritenuto incedibile, ora non credo lo sia essendo diventato il diciannovesimo cambio - ha sottolineato a Premium Sport il procuratore Furio Valcareggi - Con il pieno accordo di Giuntoli, Sarri e De Laurentiis andremo via con grandissima simpatia. Emanuele ha ancora un'onda buona, non ha perso un grammo della sua utilità ed è ancora molto considerato.

"Si, sono stato in Toscana da Sarri". Il Torino? Con il Torino non mi sono comportato bene, devo ammetterlo. Infatti dopo l'annuncio di Machach (22enne centrocampista francese ex Tolosa e Marsiglia) tanti sono, in queste ore, i nomi che vengono accostati al Napoli.

BENEVENTO VUOLE SEPE MA E' INCEDIBILE - Situazione opposta invece per il portiere Sepe, che ha alcune richieste nella massima serie e piace molto al Benevento. "Vigorito mi chiamò un mese fa chiedendomi di Sepe, ma il Napoli non lo cede". Oltretutto se ragionasse in modo egoistico non avrebbe trascurato l'aspetto economico: guadagna la metà di quanto guadagnava Montella al Milan, abbiamo detto tutto. E così De Laurentiis deve aver pensato che era il caso di muoversi in prima persona per convincere Sarri a parlare del futuro e a srbogliare il prima possibile una matassa potenzialmente pericolosa.

Altre Notizie