Venerdì, 19 Gennaio, 2018

Regionali, in Lombardia sinistra corre da sola e candida Rosati. Nel…

Rottura a sinistra Lombardia, Maroni conferma passo indietro. Renzi: 'partita più aperta che mai'
Machelli Zaccheo | 14 Gennaio, 2018, 06:32

"Davvero quella lombarda e' una partita fondamentale che vale piu' della regione abitata da un sesto della popolazione italiana. Ecco, mi dispiace che i dirigenti di Leu, evidentemente offuscati dall'odio per il Pd, non lo abbiano voluto capire". Domani partirà la raccolta di firme, ha fatto sapere LeU, per la presentazione della lista. "La vittoria conta" se il Pd vuole avere voce in capitolo e se il Pd non vince "non ci sono sconti".

Tutti i diritti di utilizzazione economica previsti dalla legge n. 633/1941 sui testi da Lei concepiti ed elaborati ed a noi inviati per la pubblicazione, vengono da Lei ceduti in via esclusiva e definitiva alla nostra società, che avrà pertanto ogni più ampio diritto di utilizzare detti testi, ivi compreso - a titolo esemplificativo - il diritto di riprodurre, pubblicare, diffondere a mezzo stampa e/o con ogni altro tipo di supporto o mezzo e comunque in ogni forma o modo, anche se attualmente non esistenti, sui propri mezzi, nonché di cedere a terzi tali diritti, senza corrispettivo in Suo favore. Presentarsi in alleanza con il segretario dal quale si sono staccati in polemica li avrebbe portati al fallimento.

La riunione di Liberi e uguali in Lombardia ha deciso di non sostenere Giorgio Gori e correre da soli. E, auspicando una coalizione che includa anche la Bonino, rivendica al Pd i tratti di una sinistra "di governo", diversa dalla sinistra che del governo "ha paura" e tende a "rifugiarsi nel cantuccio" di idee del passato.

"Io ero convinto che ci fosse la possibilità di vincere prima quando c'era in campo Maroni e a maggior ragione lo sono adesso che c'è Fontana". "Ci piacerebbe che nella valutazione avessero un peso le buone relazioni avute con il sindacato a Bergamo come nel Lazio con Zingaretti".

"Mi è stata chiesta la disponibilità, ho visto che c'è consenso sul mio nome e quindi venerdì dovrei essere nominato candidato", ha aggiunto Rosati. "Avevamo provato" in autunno ma loro hanno chiuso e ora "non ci sono le condizioni politiche per riaprire".

Altre Notizie