Venerdì, 19 Gennaio, 2018

Figc, i candidati in corsa per il dopo Tavecchio

FIGC, c'è un nome nuovo: Costacurta potrebbe essere il nuovo presidente FIGC, spunta il nome di Costacurta in vista delle prossime elezioni
Cacciopini Corbiniano | 13 Gennaio, 2018, 16:13

"Vi prometto che, finché sarò presidente, il peso elettorale della Lnd non sarà toccato", ha aggiunto Sibilia opponendosi all'ipotesi di una revisione futura delle percentuali del Consiglio federale, che al momento assegnano alla Lnd il 34%. L'Assamblea non si è pronunciata su una candidatura o su una candidatura di appoggio. Questioni di politica e questione di campo, perché c'è da scegliere anche il nuovo commissario tecnico per la nazionale che si prepara al prossimo europeo.

Nel corso dei lavori dell'Assemblea sono stati eletti i due consiglieri federali per la Lega Pro. Quindi i candidati restano Cosimo Sibilia, Tommasi e Gravina, per quest'ultimo si attende il via libera di domani dall'assemblea di Lega Pro. "Certo che ho la maggioranza".

La giornata in Lega è iniziata con la notizia, arrivata da Firenze, della candidatura ufficiale di Gabriele Gravina, indicato all'unanimità dall'Assemblea della Lega Pro. La questione è delicata, capire la capacità e l'affidabilità. Non so se la Lega prenderà delle decisioni, ma ha il diritto di esprimere il suo parere. Altrimenti faremo valere i nostri numeri e le nostre ragioni. "C'è una visione comune con la Lega A molto forte". "Ma serve affidabilità da parte di tutti". "Condividiamo le strategie, le valutazioni e tutto quello che c'è da fare per il mondo del calcio", ha commentato alla fine lasciando intendere una sorta di convergenza fra le due leghe.

"La Lega Serie A ha la responsabilità di indicare, se ritiene, un candidato anziché un altro". Cosa assai diversa è darlo in dote ad una candidatura personale di Lotito, anche mediaticamente di difficile gestione.

Altre Notizie