Lunedi, 24 Settembre, 2018

Pedaggi A25 ed A25: sindaci in trincea

Pedaggi A24 e A25 la protesta dei sindaci a Vicovaro Autostrade, Delrio: Sconti a pendolari fino al 20%, soluzione immediata
Evangelisti Maggiorino | 12 Gennaio, 2018, 17:49

"Dobbiamo purtroppo ritenere" afferma la società "che il ministro non sia stato ben informato dal precedente responsabile della Direzione Generale per la Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali (Dgvca) del Mit in quanto, come già detto, il Pef trasmesso al Cipe è quello richiesto dalla Dgvca con nota dell'8/11/2016 a cui la società ha risposto, pur non essendo d'accordo sulla soluzione imposta dalla stessa Dgvca, con propria nota del 23/11/2016, facendo peraltro una serie di osservazioni". Ecco perché, secondo Strada dei Parchi, "quest'anno sarebbe bastato tagliare una quota minima del prezzo di concessione per evitare completamente gli aumenti". "Anche la proposta ricevuta ieri sera in extremis - dice Delrio, riferendosi alla soluzione prospettata da Strada dei Parchi - sostanzialmente richiede risorse pubbliche per la riduzione dei pedaggi, senza prevedere alcuno sforzo da parte del gestore e quindi risulta irricevibile". Tra i dati diffusi, per il tratto Chieti/Pescara-Roma, di 21,70 euro con aumento di 2,30 dal 2017, 5,64 euro vanno all'Anas e 9,33 a Sdp; per Teramo-Roma (19,60 euro con 2,10 di aumento), 5,10 all'Anas e 8,43 alla società; per L'Aquila Ovest-Roma (13 euro con 1,40 di aumento) 3,38 all'Anas e 5,59 a Sdp. La decisione è arrivata mercoledì al termine di una riunione a Carsoli, durante la quale sono state ribadite le richieste avanzate al ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio e i due presidenti delle Regioni Abruzzo e Lazio, Luciano D'Alfonso e Nicola Zingaretti.

L'Aquila - Nuova mobilitazione di sindaci e amministratori di Abruzzo e Lazio contro l'aumento dei pedaggi di A24 e A25.

Si terrà sabato prossimo alla barriera Ovest.

Altre Notizie