Martedì, 16 Gennaio, 2018

Elezioni 2018, Maroni contro Salvini: "Con me uno stalinista". Tensioni nel centrodestra

Roberto Maroni vs Matteo Salvini/ “Ha usato metodi stalinisti”. La replica: “Non ho tempo per litigare” Il caso Lega. La lite della strana coppia. Maroni contro Salvini: “Stalinista”. La replica: “Lavoro per far ripartire l'Italia”
Deangelis Cassiopea | 11 Gennaio, 2018, 21:29

Maroni si è detto dispiaciuto delle delle dichiarazioni rilasciate dal segretario della Lega a proposito di un suo eventuale impegno nel futuro governo del centrodestra, definendole "sprezzanti e sorprendenti". "Consiglierei al mio segretario non solo di ricordare che fine ha fatto Stalin e che fine ha fatto Lenin ma anche di rileggersi un vecchio testo di Lenin". In questi giorni "sono stato massacrato dai miei compagni di squadra, che hanno scelto di dare alla mia vita nuova un'interpretazione del tutto arbitraria, mentre sono stato ricoperto di affetto e amicizia da un mondo politico lontano da me, e questo mi ha colpito". "Ma da leninista, non posso sopportare di essere trattato con metodi stalinisti e di diventare un bersaglio mediatico solo perché a detta di qualcuno potrei essere un rischio" dice il governatore della Lombardia. Basti pensare al leader della Lega, Matteo Salvini, da sempre tifoso del Milan che spesso commenta le vicende del club lombardo. "La politica non è solo marketing". Lette con dovizia, nonostante quella del presidente della Lombardia abbia le dimensioni di un lenzuolo king size, uno si chiede: ma questi appartengono entrambi alla Lega o sono gli esponenti di due diversi partiti? Lo sosterrò - ha aggiunto - come candidato premier. Ricordate? L'estremismo è la malattia infantile del comunismo. Non ho potuto che prenderne atto. avrei preferito che si ricandidasse. Una scelta che sta dividendo la politica. "Che potevo fare? Le scelte di carattere personale vanno rispettate e non discusse". L'ex governatore ha lanciato in pista il varesotto Attilio Fontana, ma il Cavaliere temporeggia: "Stiamo valutando i risultati dei sondaggi che indagheranno quali potranno essere i risultati di uno scontro Gori-Fontana o di un altro candidato".

Maroni è prodigo di consigli con il suo compagno di partito.

Altre Notizie