Lunedi, 10 Dicembre, 2018

Gentiloni: con Macron al lavoro per trattato Italia-Francia

Dario Franceschini Paolo Gentiloni ed Emmanuel Macron Dario Franceschini Paolo Gentiloni ed Emmanuel Macron
Esposti Saturniano | 11 Gennaio, 2018, 15:30

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook.

Seconda tappa dell'agenda degli impegni della mattina di Macron, che in compagnia del Premier Gentiloni e del Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, ha visitato la Domus Aurea di Roma.

Dal 15 al 26 gennaio partecipa al TPI Journalism Workshop con i migliori giornalisti italiani.

Il capo dell'Eliseo ha voluto anche rendere omaggio all'Italia "per il suo impegno sui migranti".

"E' una testimonianza del genio europeo di tutte le epoche".

Al termine dell'incontro i due leader hanno tenuto una conferenza stampa congiunta.

"E' inutile ricordare quanto siano importanti, storici e straordinari i rapporti tra Italia e Francia". Ci sono molti investimenti importanti, abbiamo scambi commerciali per un volume intorno agli 80 miliardi. La Francia è il secondo partner dell'Italia e l'Italia della Francia.

"Abbiamo deciso di dare una cornice più stabile e ambiziosa". Abbiamo deciso di mettere al lavoro un gruppo di persone per un trattato che può rendere ancora più forte e sistematico il quadro delle nostre relazioni. "È un trattato rivolto al futuro che può essere un contributo anche per il futuro della Ue".

"C'è da prendere atto di una crescente domanda di Europa nel mondo. Rischiamo di perdere un'occasione, se non si fanno passi in avanti quando l'economia cresce", ha aggiunto. Il legame con l'Italia ha un'altra storia, legami culturali, un'amicizia speciale e specifica. "Ha tutto il mio rispetto per il lavoro condotto".

"L'Italia entra in un periodo elettorale, vorrei sottolineare quanto sono stato contento di lavorare con il premier Gentiloni".

Nel corso della giornata di oggi, inoltre, il Presidente francese e il premier Gentiloni discuteranno del progetto che è stato chiamato "Trattato del Quirinale".ma non solo. "Ma quel rapporto non è esclusivo", ha dichiarato il presidente francese.

"Non possiamo promettere ai cittadini europei che il problema dei grandi flussi migratori si possa cancellare con ricette miracolose". Occorre gestire questo fenomeno in modo organizzato, umano e legale.

"Consultazioni bilaterali molto più coordinate" dovrebbero essere previste dal Trattato su una serie di questioni, da quelle europee ai temi della cultura, con un'attenzione particolare per il settore industriale, e in particolare quello "navale, sia civile che militare", dopo l'accordo raggiunto a settembre sui cantieri Stx di Saint-Nazaire. "Europa che Macron ha definita "balbuziente" perché priva di una prospettiva comune".

Altre Notizie